Dic 30

Sviluppo del potenziale umano

Potenziale umano

Il concetto di sviluppo del potenziale umano implica che esistano nell’essere umano molte potenzialità ancora nascoste, che possono essere conosciute, nutrite e sviluppate, portandolo a vivere una vita più autentica, profonda e completa. Le potenzialità non devono essere intesa come “poteri psichici” o “paranormali” ma come qualità “umane profonde“, naturali e universali – come la sensibilità, l’intuizione, l’amore, la pace interiore, l’empatia, l’intelligenza emozionale – che possono portare ogni persona a vivere meglio con se stessi, con gli altri e con l’esistenza. Questo capitolo riguarda quindi le tecniche per il risveglio della coscienza globale, la più importante delle realizzazioni umane.

La situazione attuale, su gran parte del pianeta, è invece di educazione alla competizione, all’odio razziale, all’egoismo, alla paura, al cinismo, alla massificazione. I bambini crescono ancora troppo condizionati negativamente dalla loro società, religione o famiglia.

Riteniamo che questa sia l’epoca della grande liberazione dagli schemi mentali, sociali, comportamentali e ideologici del passato, e che le tecniche per lo sviluppo del potenziale umano rappresentino il più potente strumento di rivoluzione interiore. “La guarigione della Terra e dello Spirito umano sono diventate un’unica e sola cosa“, diceva Jonathan Porritt. Un nuovo pianeta ha bisogno di nuovi esseri umani, più consapevoli e armonici. Il risveglio della coscienza individuale verso una coscienza planetaria è l’unica soluzione per rimediare alla drammatica situazione ecosistemica del nostro pianeta. E’ necessario che ogni persona sappia che esistono metodi e tecniche largamente sperimentate che possono aiutare chiunque a superare i propri limiti, a sciogliere le proprie paure, a riscoprire in sé la vitalità e la spiritualità naturali, a seguire coraggiosamente i propri sentimenti e la propria strada.

LE QUATTRO FASI DEL PROCESSO EVOLUTIVO

Il “lavoro su di sé” avviene, in genere, attraverso una serie di passaggi consecutivi che stimolano un naturale processo di consapevolezza globale. Possiamo riassumere questo processo, che chiamiamo “ciclo di crescita” o “ciclo di sviluppo del potenziale umano” in queste quattro fasi:

1- La consapevolezza dello stato reale di malessere e frammentazione. Per iniziare il lavoro su di sé è necessario acquisire una consapevolezza del proprio stato, sia esso positivo – la coscienza del sé, le proprie qualità profonde – che negativo – i condizionamenti, le paure, e i blocchi dell’ego. E’ un processo di autoconsapevolezza, di presa di coscienza. L’essere umano è l’unico animale in grado di guarire e trasformare coscientemente e profondamente il suo stesso essere. Partendo dalla consapevolezza di essere frammentati, divisi, inquinati/condizionati sui vari livelli fisici, mentali e spirituali, nasce la ricerca di una profonda trasformazione e un risveglio del nostro intero essere. La crescita personale quindi inizia prendendo coscienza del fatto che siamo psicoenenergeticamente bloccati, che siamo inconsapevoli delle nostre potenzialità e quindi che non sappiamo chi siamo veramente. Per iniziare questo cammino è ovviamente necessaria una consapevolezza del proprio stato positivo e, soprattutto, del negativo. Il medico, l’operatore o il counselor olistico stimolano, con una serie di pratiche, una presa di coscienza della propria situazione globale di malessere e degli strumenti per potersi liberare. La consapevolezza del proprio stato reale è essenziale affinché la persona rompa il suo stato di chiusura energetica e mentale e di rimozione sui suoi aspetti negativi (fisici, emotivi, psicologici, ecc.) e inizi quindi il percorso della crescita personale e dell’evoluzione della coscienza.

2 – Il lavoro negativo sull’ego: il proccesso di disinquinamento-decondizionamento e la liberazione da ciò che non è nostro. E’ il lavoro sull’ombra, sull’inconscio individuale e collettivo, sulla “disintossicazione” del corpo, delle emozioni e della psiche di tutti i veleni fisici e psichici, le tossine energetiche ed emozionali, le inibizioni dell’anima e le paure sociali e culturali che ci hanno avvelenato e condizionato finora. Le tecniche di sviluppo del potenziale umano stimolano questa fase critica della crescita umana attraverso una serie di processi fisici, energetici, emozionali e psicologici che tendono a liberare le energie emozionali negative (catarsi, abreazioni, ecc.), che, una volta sciolte diventano energie positive disponibili per il processo evolutivo. Le energie bloccate rappresentano un’enorme risorsa per lo sviluppo del potenziale umano, una parte separata che deve essere reintegrata come elemento essenziale per ricomporre l’unità globale dell’essere.

3- Il lavoro positivo sul sé: il processo del risveglio e dello sviluppo delle potenzialità umane. Corrisponde al parallelo lavoro di risveglio del corpo, delle energie, delle sensazioni, della creatività, delle percezioni sottili e dell’esperienza del nostro essere. Queste tecniche rinforzano il corpo energetico-vitale e centrano la persona su di se, dandole fiducia, potere e autoapprezzamento, aprono così le porte del cuore mettendo la persona un contatto con la parte positiva della società in genere e degli amici in particolare. La riappropriazione di sé significa che, ora, non siamo veramente e integralmente noi stessi, che non conosciamo tutte le nostre possibilità, e che possiamo quindi riscoprire dentro di noi una serie di dimensioni, di emozioni, di creatività, di sensibilità che, come potenziali umani devono essere sviluppate adeguatamente. Solo se riusciamo ad esprimere queste potenzialità ne siamo realmente in possesso, altrimenti esse diventano la base delle frustrazioni, delle depressioni e dei rimpianti. La comunicazione globale è una componente essenziale di questo lavoro.

4- La realizzazione dell’unità o consapevolezza globale di sé. Dopo il parallelo lavoro sulla liberazione del negativo e sullo sviluppo del potenziale positivo nasce spontanea una “consapevolezza globale” del proprio essere. E’ l’opera di riconoscimento della nostra natura profonda, dell’essenza, è la riscoperta dell’anima, del Sé

Oggi questi passaggi possono essere fatti quasi simultaneamente, ma devono essere compresi in modo specifico perché ogni persona può aver bisogno di uno di queste fasi in modo molto più intenso e approfondito. C’è chi inizia con la fase positiva della realizzazione interiore per poi accorgersi di essere con la testa sulle nuvole, senza radici o di aver dimenticato completamente di avere pesanti condizionamenti fisici o emozionali di cui liberarsi. E’ rilevante notare che possiamo trovare praticamente ovunque i mezzi occorrenti alla nostra trasformazione: quindi, nell’arco di un decennio, è prevedibile che milioni di esseri umani avranno iniziato una trasformazione globale.

Fonte: http://www.enciclopediaolistica.com

Contenuti consigliati

Per far evolvere la tua vita
Come raggiungere i propri obiettivi
Lo straordinario sistema hawaiano per gioire di una vita meravigliosa in cui tutto è davvero possibile
E farti raggiungere ciò che fino a oggi ti sembrava impossibile
Manuale di psicologia del cambiamento

Compralo su Macrolibrarsi



Scrivi la tua opinione