Ago 21

Senza Via di Scampo
La via della saggezza e della gentilezza amorevole

“Nutrire gentilezza amorevole, maitri, verso se stessi non significa sbarazzarsi di qualcosa. Maitri significa che, dopo tutti questi anni, possiamo ancora permetterci di essere mezzi matti; possiamo ancora essere arrabbiati, timidi, gelosi, o sentirci del tutto indegni.

Il punto non è sforzarsi di cambiare sé stessi.

La pratica della meditazione non consiste nel cercare di gettare via sé stessi per sostituirsi con qualcosa di meglio.Vuol dire invece fare amicizia con la persona che già si è.

L’oggetto della pratica siete voi, sono io, chiunque siamo qui e ora, ed esattamente come siamo. È questo il nostro campo di indagine, che studiamo e ci prepariamo a conoscere con profonda curiosità e interesse… Quindi, venite come siete.

Il trucco consiste nell’essere disposti ad aprirvi a ciò che siete, a essere pienamente consapevoli di ciò che siete. Una delle scoperte più importanti della meditazione consiste nell’accorgersi di come continuamente si sfugga dal momento presente, si eviti di essere qui, di essere come sì è.

Ciò non deve essere considerato un problema, ma l’importante è prenderne coscienza“.



Scrivi la tua opinione