Ott 08

Il Destino che ho - La Libertà che Cerco
Due misteri, due forze, due ideali

I fatti della mia vita, gli incontri con le persone non avvengono a caso. C’è qualcuno che li sceglie in piena libertà e a ragion veduta. Questo qualcuno sono io stesso nel mio subconscio o per meglio dire nel mio sovraconscio.

L’Oriente parla da sempre di “karma” (destino) e intende con questo che in ognuno di noi c’è un “IO superiore” che ricorda tutto quello che abbiamo combinato in un lungo passato e in base ad esso programma l’avvenire.

Ciò vuol dire che ogni cosa che mi capita, malattie e sventure comprese, è stata scelta liberamente da lui che sono poi io stesso perché è quanto c’è di meglio per favorire la mia crescita ulteriore.

Il destino di un uomo, il karma individuale della sua vita è il più grande amico della sua libertà.

Amare la provvidenza vuol dire dichiararci d’accordo con tutto quello che ci capita, perché è sempre il meglio per noi, se la libertà ha la saggezza e la forza di farne il suo meglio.



Scrivi la tua opinione