Mar 17

La Porta della Felicità

«La porta della felicità si apre verso l’esterno; chi tenta di forzarla in senso contrario, finisce per chiuderla sempre di più»

Questo aforisma del filosofo danese Søren Kierkegaard rappresenta quella che, secondo il celebre psichiatra Viktor Frankl, costituisce una delle caratteristiche principali dell’essere umano, l’autotrascendenza: l’uomo può veramente realizzare se stesso e sperimentare un senso dipienezza esistenziale solo se vive impostando la propria vita in funzione di uno scopo da realizzare, uno scopo che non coincide con se stesso.

L’autotrascendenza ci mette in guardia dinanzi al pericolo di chiuderci esclusivamente nei nostri desideri e delle nostre soddisfazioni materiali, dei nostri successi e dei nostri insuccessi, dei nostri beni presenti e delle nostre sicurezze future, poiché tale volontaria chiusura suppone un atteggiamento e una disposizione che forzano la naturale apertura al mondo esterno e alle persone che ci circondano.

Il presente lavoro del professor Eugenio Fizzotti, tra i più illustri discepoli di Frankl, presenta una sintesi chiara e definitiva del lavoro del maestro, inquadrandolo nel panorama psicologicocontemporaneo.

Impreziosiscono il volume tre messaggi inviati al professor Fizzotti da parte dei cardinali Tarcisio Bertone, Raffaele Farina e Oscar Andrés Rodríguez Maradiaga.

 



Scrivi la tua opinione