Set 28

Lascia che succeda quello che deve succedere, accetta che le cose avvengano

Lascia che succeda quello che deve succedere, accetta che le cose avvengano

IL VIAGGIO SPIRITUALE

Ognuno di noi è in viaggio, dalla nascita fino alla fine di questa nostra esistenza. Quando compiamo un viaggio spirituale, ci sembra di essere più consapevoli e iniziamo a fare scelte di vita più consce.

Invece di trascorrere un giorno dopo l’altro a caso facendoci trascinare dagli eventi, scegliamo noi cosa pensare, cosa fare, il cibo che vogliamo mangiare, passo dopo passo lungo il sentiero della vita.

Alcuni di noi prendono dei sentieri tortuosi che li fanno procedere a fatica e lentamente. Altri compiono delle scelte più consce che li portano un po’ alla volta più vicini al sentiero.

Per me l’illuminazione è abbandonare tutte le cose che crediamo non ci siano di beneficio, che formano una barriera contro le cose positive.

Bisogna lasciare che vadano via una dopo l’altra e pensare: “Io non ho bisogno di crederci più!” e chiedersi: “Voglio crederci ancora?” e fare una scelta conscia.

Allora capiamo che ogni singola cosa in cui crediamo è stata una scelta e può essere vera o no, oppure vera per te ma non per un altro, perché ognuno di noi ha il proprio sistema di credenze.

Io ho il mio e dico che un qualcosa può essere valido per te, ma non per me.

Mi capita spesso di vedere delle persone che pensano o fanno certe cose e pensano in questo modo, anche se non lo dicono necessariamente a parole.

E quello che succede non ha nulla a che fare con me, poiché io sono governata dalla legge della mia stessa coscienza. Questo è il mio sentiero, ognuno ha il suo, poiché siamo tutti in viaggio.

Più sei consapevole e più scelte consce fai e più facilmente e velocemente andrà il tuo viaggio e più cose positive arriveranno nella tua vita, una salute migliore, ad esempio, o qualsiasi altra cosa.


PAROLE

Quando ero agli inizi e lavoravo con le persone, facevo molta attenzione a ciò che dicevano e con il tempo questa è diventata una vera e propria abitudine. Ascolto attentamente quello che dicono, e non solo le parole, ma noto un po’ tutto. E mi capita spesso di pensare: “Se solo evitasse di usare quelle parole, se riuscisse a eliminare quelle parole dal suo vocabolario”.

Perché, vedi, le persone usano parole negative e le ripetono in continuazione. Sì, riesco a sentire, notare, le parole che la gente dice molto più di quanto lo facciano altri.

Regista: Quali parole elimineresti dal vocabolario?

Louise: Per cominciare, la parola “Dovrei”.
Ogni volta che usi la parola “dovrei”, è come se ti dessi torto. O hai sbagliato, o sbagli adesso o sbaglierai in futuro. Perciò eliminala dal tuo vocabolario.
Fai lo stesso con “Non sono abbastanza in gamba”, “Non funzionerà mai”, “È una giornata orrenda”, ce ne sono a tonnellate di espressioni che si dicono ripetutamente e che non ci fanno bene.


UN VIAGGIO DIVERSO PER OGNUNO DI NOI

Il viaggio di ognuno di noi è individuale, perché iniziamo tutti da luoghi e posizioni diverse. Il viaggio non può essere identico, però ognuno di noi vive dei momenti in cui fa delle scoperte e impara qualcosa. Se riusciamo a metterlo in pratica, allora abbiamo fatto un passo in avanti e progrediamo. È un viaggio che dura tutta la vita e non si smette mai di imparare.

Ho 80 anni e sto ancora apprendendo…

Le lezioni, però, sono più facili ora da apprendere rispetto a prima. Mi piace pensare che quando cominciamo il nostro viaggio abbiamo tutti questi grossi macigni davanti a noi, lungo il sentiero.

Iniziamo a toglierli uno a uno finché, finalmente, rimane solo un po’ di ghiaia sul terreno.

Questa è più facile da gestire, la puoi spazzar via e continuare per la tua strada. Occasionalmente, però, può ricapitarti uno di quei vecchi macigni…

Intervistatore: …Che ti ostacola un’altra volta il cammino!

Louise: Già, è successo anche a me. Penso di averne incontrato uno…
Penso che quando impariamo una lezione ci diciamo: “Bene, ho superato questo ostacolo e non succederà di nuovo! Fine della storia!”. Ma come puoi saperlo con certezza se non ti ricapita di riviverlo un’altra volta e vedi come reagisci. Hai davvero imparato? L’hai superato davvero? O sei ricaduto dritto dritto nella tua vecchia reazione di sempre?

Vedi, non siamo mai nel torto. Stiamo semplicemente facendo il meglio di cui siamo capaci con la comprensione, la consapevolezza e la conoscenza di cui disponiamo in quel preciso momento!


LASCIA CHE ACCADA

Credo fermamente che la vita abbia in serbo per me solo il Bene e, grazie a questa mia convinzione, non mi importa cosa succederà, perché sarà comunque positivo.
Voglio che mi capitino cose nuove ed entusiasmanti.
Anche ora che ho 80 anni, mi stanno succedendo cose nuove.
Perciò, lascia che succeda quello che deve succedere, accetta che le cose avvengano.

 

Tratto da Puoi Guarire la tua Vita di Louise L. Hay.


Contenuti consigliati

Metodo R.Q.I.
Puoi Guarire la tua Vita
Edizione speciale illustrata

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere

Il Potere delle Donne
Guida al successo per tutte le donne

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Puoi Vivere una Vita Straordinaria
L’ultimo eccezionale libro di Louise Hay

Voto medio su 9 recensioni: Buono

Meditazioni per Guarire la tua Vita + CD
Louise Hay espone i principi semplici e rivoluzonari della sua filosofia di vita, applicandoli con lucida concretezza alla realtà quotidiana
Miracoli ai Giorni Nostri
Episodi miracolosi e storie straordinarie delle persone che hanno incontrato Louise L. Hay sul loro cammino esistenziale

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Risveglia la Nuova Vita che è in Te!
Il corso di Louise Hay per ripulire la mente da convinzioni, schemi, pensieri e guarire la tua vta

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Contenuti video



Scrivi la tua opinione