Mag 27

L'alleanza con la terra e con noi stessi

 

Il linguaggio del cuore è una cosa che pochi uomini di città coltivano, perché non si fanno guidare dai sentimenti.

In compenso, usano molto il linguaggio della testa e perciò sono freddi.

L’uomo di città è sempre desideroso d’apprendere cose nuove, riempiendosi la testa con molte nozioni che girano a vuoto nella sua mente.

Queste lo fanno gonfiare di vanità e orgoglio, perché è convinto di sapere tutto.

In realtà non sa niente.

Il suo cervello è un nido aggrovigliato di pensieri misti a paure, e in questo modo la testa si scalda e il corpo si squilibra.

Non solo: a forza di ascoltare il cervello dimentica il cuore, lo zittisce e alla fine il suo cuore diventa muto.

E non è solo questa parte del corpo a soffrire, ma l’intero organismo.

L’uomo di città rinnega la sua alleanza con la Terra, così anche sé stesso.

 

Da Negli Occhi dello Sciamano di Hernàn Huarache Mamani.

Negli Occhi dello Sciamano

Voto medio su 13 recensioni: Da non perdere

Chi ha perso la propria strada deve tornare indietro a cercarla, solo così la troverà

E’ il messaggio di questo racconto autobiografico. L’autore diventato curandero ed erede delle antiche tradizioni sciamaniche della tradizione spirituale inca, guarito da una malattia giudicata inguaribile si è formato secondo i valori occidentali conseguendo ben due lauree all’Università di Arequipa.

Entra in contatto con una conoscenza che si credeva persa, di cui scopre le tracce attraverso il contatto personale con gli indiani e alcuni sogni rivelatori. Ma l’incontro determinante della sua vita è quello con un maestro spirituale andino, che vive in una grotta su una montagna, tra i ghiacci eterni.

Avviene così la sua iniziazione che lo porta a diffondere il messaggio ricevuto: la necessità per l’uomo di stringere un nuovo patto con la “Pachamama“, la grande Madre Terra.

Quest’incontro gli permetterà di passare da una condizione di oscurità e di pericolo ad una piena di luce.

 

 



Scrivi la tua opinione