Mar 29

Genitori e Figli Insieme: con amore e rispetto - Carlos González

“Ogni volta che nasce un bambino, nascono anche un padre e una madre.
E da quel momento crescono insieme in saggezza e virtù; i bambini, anche in altezza.”

Carlos González

Con queste parole profonde e verissime inizia la nuova opera “Genitori e Figli Insieme” di Carlos González;
per la prima volta si occupa dell’educazione e dell’accudimento di bambini che hanno già superato la prima infanzia.
Noi genitori molte volte alle prese con problemi che ci sembrano insormontabili viviamo con il fiato a metà, e non ci godiamo a pieno la loro dolce e spensierata infanzia; troppo spesso ci dimentichiamo che presto questi momenti “difficili“, saranno solo ricordi o aneddoti che racconteremo con un velo di malinconia :)

L’autore ci guida con il suo approccio di affetto e attenzione verso un chiaro compito: quello di dare loro affetto, attenzione e di trattarli con
rispetto e gentilezza.
Ogni mattina quando ci alziamo con loro e la sera quando li guardiamo dormire o prendiamo sonno con loro stanchi e stremati dobbiamo ricordare che i nostri figli crescono, e noi con loro. L’infanzia è fugace. Non lasciamo che l’ossessione di correggerla ci impedisca di trarne piacere. :)

“I figli offrono amore incondizionato, anche quando non si è fatto niente per meritarlo.
Ci fanno sentire importanti e necessari, ci divertono e
ci affascinano, danno significato e colore alla vita,
ci permettono di accompagnarli per un po’ nell’affascinante avventura di scoprire il mondo.
Essere genitori è un privilegio.”

Il punto di vista di Gonzalez è che il bambino ha bisogno di affetto, di contatto fisico, di attenzione, e queste attenzioni non sono mai troppe.
Con la sua esperienza ha una capacità disarmante nello smascherare atteggiamenti sbagliati nei confronti dei bambini che noi giustifichiamo sul piano educativo… se solo trattassimo i bambini come gli adulti saremo già sulla buona strada.
Certamente non saranno tutti spunti e consigli facili da applicare nel nostro vivere quotidiano, ma Genitori e figli insieme” è un percorso, un percorso di immedesimazione, che ci insegna a cogliere i giusti segnali per sintonizzarci con un legame unico con i nostri figli.

Basta sensi di colpa, sbagliare è normale! Ricordiamoci che noi genitori cresciamo con i nostri bimbi.
La qualità della relazione che avremmo con loro nell’adolescenza, in larga parte, dipenderà dalla qualità della relazione che costruiamo fin da
piccini con loro. Ovviamente, come afferma l’autore, non è una garanzia, a volte le cose si complicano, ma in linea di massima, negli anni
raccoglieremo i frutti di ciò che abbiamo seminato, crescendo con loro.

Il mio sogno di genitore è che i miei figli da adolescenti possano aver fiducia di me,
che si sentano sereni nel chiedermi aiuto o un semplice consiglio in situazioni difficili. Cosa posso fare?!???

Gonzalez, consiglia a tutti i genitori che desiderano questo rapporto con i figli, di insegnargli fin da piccoli che possono avere fiducia, che quando ci chiede aiuto, noi ci siamo e li assistiamo.
Anche quando le lancette dell’orologio hanno da poco passato le due di notte ;)

Vogliamo che siano in grado di prendere le proprie decisioni e che non si sottomettano al gruppo?
Vogliamo che imparino a trattare le persone con rispetto?
Vogliamo che abbiano valori interiorizzati, e che siano in grado di fare ciò che è giusto?

Genitori, impariamo a lodare e incoraggiare…
Genitori, trascorriamo molto tempo insieme…
Genitori, mostriamo tutto il nostro affetto…
Genitori, non riccorriamo molto alle punizioni…
Genitori, parliamo con gentilezza
Genitori, offriamo amore e dedizione…
Per crescere insieme…Genitori e figli, Felici!

Libro consigliatissimo  a tutti i neo-mamma e papà, e chi è già genitore da 1 o da 15 anni, ai nonni, ai pediatri e agli educatori.
A chi vuole conoscere i bisogni dei bambini piccoli e i motivi del loro comportamento
A chi vuole sapere quali sono i metodi che è meglio non applicare e perchè.
A chi vuole che i bimbi di oggi siano delle persone Felici un domani :)

Buona lettura!

Genitori e Figli Insieme Carlos González Genitori e Figli Insieme

 

Dall’infanzia all’adolescenza con amore e rispetto

 

Carlos González

 

Compralo su il Giardino dei Libri

Carlos González ha deciso di trattare questioni relative a bambini un po’ più grandi, fino all’adolescenza.

Riflessioni sulle particolari condizioni dei genitori di oggi; i limiti e le conseguenze dell’esercizio dell’autorità paterna; il recente epidemico aumento delle diagnosi di iperattività; l’alimentazione e i suoi disturbi; le droghe… Una rassegna completa dei fantasmi che i genitori di oggi devono affrontare. E come sempre, il tutto esposto con semplicità, umorismo e buon senso.



Articoli collegati
Mar 12

Il Linguaggio Emotivo dei Bambini: per capirli e farti ascoltare - Debora Conti

“L’amore incondizionato è già parte di te, a volte però
vai in tilt. Questo libro ti aiuterà ad aiutare, a superare
la confusione e la mancanza di metodo e struttura. Sei
un genitore di oggi e sei il miglior genitore della storia,
nessuno però pretende la perfezione. Nel pallone ci vado
io e ci andrai anche tu. “

Ogni giorno, noi genitori ci troviamo a dover “capire” i nostri figli, sapere cosa fare e perchè o cosa non fare, quando agire e come agire, cosa dire e come dirlo. Inutile negarcelo a volte non è per niente facile capire cosa pensa il nostro bambino e come comunicare con lui.

Si comporta così perchè è stanco, e ha dormito poco?
O perchè cerca la mia attenzione per essere coccolato?
Cosa posso fare se non smette di fare i capricci e se non ci ubbidisce?

Debora Conti autrice del nuovissimo libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” ci spiega come e perchè ragionare, spiegare, arrabbiarsi sono approcci che spesso non funzionano.

Quali parole, gesti, toni utilizzare per
entrare al meglio in sintonia e comunicare con i nostri figli?!?
Come facciamo a restare calmi e affettuosi anche nelle occasioni più «critiche»?

Il metodo innovativo “Figli Felici“, che deriva dall’esperienza pluriennale dell’autrice sia nel campo della Programmazione NeuroLinguistica, che in quello di aiuto alle famiglie con “bambini difficili” (è anche mamma di due bambine) ci guida alla scoperta del modo migliore per comunicare con i bambini, aiutandoli anche a gestire le emozioni negative come la paura, la tristezza, la rabbia

Come ci spiega Debora – Il punto da cui partire è il cervello dei bambini e la profonda diversità di maturazione che lo distingue (e distanzia) dal nostro. Infatti recenti ricerche hanno dimostrato che nei primi anni di vita la parte limbica del cervello (quella più emotiva) è molto sviluppata e lavora in maniera completamente diversa dalla mente degli adulti. Ecco perchè il senso del tempo, le priorità, la memoria, la fantasia seguono vie quasi «aliene» per i genitori.

“Basta anche con il pretendere che possano adottare
un certo tipo di comportamento «solamente» dopo dieci
volte che lo applicano: può volerci di più.
E basta con i toni duri e secchi: per i bambini da 0 a 5 anni il mondo è
una favola, e noi dobbiamo parlare in modo buffo, come
se stupore e avventura regnassero dietro ogni banalità.”

Eh sì, questo è il nostro destino cari genitori :) da oggi in poi, per diversi anni dobbiamo prenderla come un gioco e divertirci da matti crescendo con loro e per loro :) Impariamo a metterci al loro livello, per far crescere meglio i nostri figli e noi con loro…

Con questo libro, scoprirai grazie anche ad esempi pratici, come adeguarti ai suoi funzionamenti (con la nuova ottica che il cervello dei nostri figli non arriva a completa maturazione prima dei vent’anni), con concreti suggerimenti per aiutarlo a promuovere comportamenti desiderati e a diminuire comportamenti indesiderati.
Scoprirai anche che il tuo tono di voce e la tua attenzione nei confronti di tuo figlio sono più importanti di mille parole dette “bene”.

“Non è divertente fare paternali, rimproverare, urlare e
combattere sempre con i propri figli. Quando mi è capitato,
mi sono sentita sbagliata e cattiva. Mi sono chiesta se
esistesse un modo corretto, dolce e rispettoso per educare
i propri figli, senza troppe urla o sconvolgimenti emotivi.”

Se anche tu sei come la maggior parte dei genitori alla ricerca di un clima più sereno in famiglia,
Se anche tu non ne puoi più di rimproverare, gridare e a sentirti “sbagliata,
Se vuoi aiutare tuo figlio “guidandolo” e non comandandolo come un robottino, allora ti consiglio da mamma di leggere e applicare i suggerimenti di questo libro e scoprire pagina dopo pagina LE PAROLE GIUSTE PER CRESCERE UN BAMBINO FELICE.

Consigliato per aiutare mamme e papà ;) confusi come lo siamo tutti in queste fasi di crescita, a trovare serenità attraverso un metodo semplice, amorevole e sopratutto rispettoso. Sono certa che anche tu ne resterai entusiasta, com’è stato per me e per i genitori che lo hanno già sperimentato.
Ricordiamoci sempre, se vogliamo aiutarli a crescere, che tutto s’impara gradualmente ;)

Buona lettura e buona vita in famiglia con Figli Felici :*

Il Linguaggio Emotivo dei Bambini Debora Conti Il Linguaggio Emotivo dei Bambini

 

Il metodo “Figli Felici” per capirli e farti ascoltare

 

Debora Conti

 

Compralo su il Giardino dei Libri

Scoprendo i segreti che governano la mente e le emozioni di tuo figlio, con i moltissimi esempi mirati ed i suggerimenti pratici costruiti appositamente per l’età da 0 a 5 anni, questo manuale ti sorprenderà con soluzioni guidate passo per passo verso una crescita serena e amorevole di tutta la famiglia. 

 

Il linguaggio emotivo dei bambini



Articoli collegati
Feb 20

Molto tempo fa la gente era felice?!

“Molto tempo fa il mondo era molto diverso da come lo vediamo ora.
C’erano meno persone e si viveva più vicini alla terra. La gente conosceva il linguaggio della pioggia, dei raccolti e del Grande Creatore. Sapeva perfino parlare alle stelle e ai popoli del cielo. Era consapevole del fatto che la vita è sacra e proviene dal matrimonio tra Madre Terra e Padre Cielo. A quel tempo, c’era equilibrio e la gente era felice. (…)

Poi accadde qualcosa.
Nessuno ne conosce il vero motivo, ma la gente cominciò a dimenticare la propria identità.
In quel processo del dimenticare, tutti cominciarono a sentirsi separati – dalla terra, dal prossimo e perfino dal Creatore. Si erano perduti e andavano alla deriva nella vita, privi di direzione e senza un collegamento. In quella condizione di separatezza, cominciarono a credere di dover lottare per sopravvivere e per stare al mondo, di doversi difendere da quelle stesse forze che avevano dato loro la vita e con cui avevano imparato a convivere in armonia e fiducia. Ben presto, tutta la loro energia confluì nello sforzo di proteggersi dal mondo esterno, anzichè di fare pace col loro mondo interiore. (…)

Anche se avevano dimenticato chi erano, il dono lasciatogli dai loro avi era rimasto in loro.
Gli restava dentro ancora vivo, un ricordo. Nei loro sogni, di notte, sapevano di avere il potere di guarire i loro corpi, di far cadere la pioggia quando ne avevano bisogno e di parlare con gli antenati.
Sapevano di essere in grado in qualche modo, di ritrovare il loro posto nell’ambiente naturale. Mentre cercavano di ricordare chi fossero, cominciarono a costruire all’esterno di sé le cose che si collegavano alla loro identità interiore. Col passare del tempo fecero persino delle macchine capaci di guarirli, realizzarono sostanze chimiche per far crescere i raccolti e tesero lunghi fili per comunicare a distanza. Più si allontanavano dal potere interiore, più nelle loro vite si accumulavano tutte le cose che, secondo loro, potevano dare la felicità.”
(…)

“Come va a finire il tuo racconto?” chiesi al saggio.
“Alla fine la gente riuscì a recuperare il potere personale e a ritrovare la propria identità?”
Ormai il sole era scomparso dietro le pareti rocciose del canyon e finalmente potevo vedere il volto di chi mi parlava. Ritto davanti a me, dopo aver udito la domanda l’uomo dalla carnagione abbronzata fece un ampio sorriso.
Rimase in silenzio per un momento, poi sussurrò:
“Nessuno lo sa, perchè la storia non è ancora finita. Il popolo che ha smarrito se stesso era quello dei nostri antenati e noi siamo quelli che scriveranno la parola fine. Lei che ne pensa…?”.

Tratto da “La Matrix Divina” di Gregg Braden

Il Linguaggio della Matrix Divina - DVD Gregg Braden Il Linguaggio della Matrix Divina – Videocorso in DVD

Come conoscere e esplorare il Campo delle Infinite Possibilità

Gregg Braden

Compralo su il Giardino dei Libri

“Vuoi ottenere abbondanza spirituale e materiale, rapporti umani soddisfacenti, sviluppare le tue più profonde passioni e raggiungere i traguardi più alti?”

Una potente forza dell’universo vive dentro di noi. E’ il grande segreto della creazione, il potere di creare nel mondo ciò che immaginiamo, attraverso i nostri convincimenti… Spetta a noi prenderne consapevolezza.

Possiamo essere molto più di semplici viandanti che per un breve arco di tempo si “lasciano vivere”: possiamo diventare dei veri partecipanti alla creazione e di tutto ciò che ci circonda..

Ma come è possibile? Gregg Braden in questo video-corso (è la ripresa dal vivo del seminario tenuto in Italia in primavera) spiega in ogni dettaglio con straordinaria chiarezza e profondità come conoscere ed esplorare l’esistenza di quel campo dalle infinite potenzialità (Matrix, o campo quantico, o Coscienza) e soprattutto come comprenderne il funzionamento e il suo linguaggio per imparare ad usarlo per portare gioia, guarigione e pace nella nostra vita e in quella di tutta l’umanità.

L’Autore riesce a fondere in una sinergia estremamente originale ed esplosiva le più recenti scoperte scientifiche della fisica quantistica e la più grande saggezza spirituale perduta o nascosta nei secoli per riconsegnarci le segrete tecniche che portano a miracoli di guarigione e di pace condividendo esperimenti indiscutibili e risultati che il pubblico può vivere in prima persona.

Esiste un campo di energia – la Matrix Divina – che rappresenta il contenitore, il ponte e lo specchio per tutto ciò che accade tra il nostro mondo interiore e il mondo esterno, frutto delle nostre convinzioni più vere e talvolta più inconsce.

Se comprendiamo il funzionamento di questa antica rete di energia ed usiamo un linguaggio adatto affinché essa sia in grado di riconoscere quando comunichiamo i nostri desideri, non abbiamo limiti: attraverso la pace e compassione, possiamo farne una tecnologia interiore delle emozioni, dell’immaginazione e dei sogni.

Secondo Braden ci basta solo un minuscolo mutamento per diventare gli architetti del nostro mondo e del nostro destino, gli artisti cosmici che dipingono le loro certezze interiori sulla tela dell’universo.

Attraverso l’utilizzo di chiavi consapevoli, ci vengono insegnati gli strumenti per tradurre i desideri più puri del nostro cuore nella concreta trasformazione della realtà. Noi abbiamo solo il compito di conoscere e di sapere come funziona la Matrice Divina, imparare il linguaggio che lei riconosce per iniziare a trasformare la realtà dentro e fuori di noi ed essere i creatori delle nostre vite e del cambiamento nel mondo attorno a noi. Con questa conoscenza i nostri poteri sono illimitati, il tempo e lo spazio solo delle credenze.



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

I nostri consigli per la lettura

The China Study - Le Ricette

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Il Programma Mindfulness

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Programma Mindfulness

Ho Imparato a Ridere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ho Imparato a Ridere

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Parole per Crescere Tuo Figlio