Set 12

Conosci te stesso: il mio punto di vista

Conosci te stesso: il mio punto di vista

Quando al mattino appena alzati ascoltiamo le notizie o leggiamo il giornale, ci aspettano sempre le stesse storie tristi di violenza, di guerre e di disastri.
Evidentemente, neppure in epoca moderna il bene prezioso della vita è al sicuro: non riesco a ricordare un singolo notiziario che non riferisse di qualche crimine.
Ormai le cattive notizie e la consapevolezza della paura e della tensione sono così pressanti che ogni essere sensibile e compassionevole deve mettere in discussione il «progresso» compiuto dal nostro mondo moderno.

Per ironia della sorte, i problemi più gravi arrivano dalle società industrialmente avanzate, dove livelli di istruzione senza precedenti sembrano avere incrementato inquietudine e scontento. Non ci sono dubbi sui progressi compiuti collettivamente in vari settori, soprattutto nella scienza e nella tecnologia, ma l’avanzamento nel campo della conoscenza è in qualche modo insufficiente.

I problemi umani di fondo rimangono. Non siamo riusciti a portare la pace né a ridurre il livello generale di sofferenza.

Questa sltuazione mi porta a concludere che forse c’e qualcosa di profondamente sbagliato nel modo in cui gestiamo le nostre vicende e che se ciò non viene risolto in tempo, potrebbe avere conseguenze disastrose per il futuro dell’uomo.

La scienza e la tecnologia hanno dato un enorme contributo allo sviluppo dell’umanità, al nostro benessere materiale e alla comprensione del mondo in cui viviamo.

Tuttavia, se enfatizziamo troppo tali risultati rischiamo di perdere quegli aspetti della conoscenza umana che contribuiscono allo sviluppo di una personalità onesta e altruistica.

La scienza e la tecnologia non possono sostituire gli antichi valori spirituali, in gran parte responsabili del vero progresso della civiltà mondiale cosi come la conosciamo oggi.
Sebbene nessuno possa negare i benefici materiali della vita moderna, dobbiamo tuttora affrontare sofferenze, paura e tensione, forse in misura maggiore rispetto al passato.

È quindi assolutamente ragionevole tentare di raggiungere un equilibrio tra sviluppo materiale e sviluppo di valori spirituali.
Se vogliamo attuare un cambiamento forte, dobbiamo recuperare e rafforzare i nostri valori interiori.

Mi auguro che tu, lettore, condivida la mia preoccupazione per la crisi morale che il mondo sta attualmente attraversando e che ti unisca a me nel fare appello a tutti coloro che, credendo nei fini umanitari e nelle pratiche religiose, condividono l’obiettivo di rendere le nostre società più compassionevoli, giuste ed eque.

Lo dico non come buddhista o come tibetano, ma semplicemente come essere umano.

Inoltre parlo non da esperto di politica internazionale (anche se finisco inevitabilmente per esprimermi su questo tema), ma in qualità di esponente della tradizione buddhista che, come le tradizioni di altre grandi religioni del mondo, si fonda su un atteggiamento di attenzione per tutti gli esseri.

Sotto questo profilo, voglio condividere con te le seguenti convinzioni:

1. Per risolvere i problemi globali è indispensabile un’attenzione universale.

2. L’amore e la compassione sono i pilastri della pace mondiale.

3. Tutte le religioni cercano di promuovere la pace mondiale, così come fanno tutte le persone dotate di spirito umanitario, a prescindere dall’ideologia.

4. Ogni individuo ha la responsabilità di modellare le istituzioni perché si mettano al servizio dei bisogni del mondo.

Tratto da Conosci te stesso del Dalai Lama.

 


Download suggerito

Meditazione: l'arte di vivere sereni. Il mio metodo. (903)
Download Meditazione: l'arte di vivere sereni. Il mio metodo. Version 1.0


Contenuti consigliati

Conosci Te Stesso
Versione nuova
L'Arte della Felicità

Voto medio su 3 recensioni: Buono

Emozioni Distruttive
Liberarsi dai tre veleni della mente: rabbia, desiderio e illusione
Felicità e Meditazione
Un percorso spirituale
Le Emozioni che Fanno Guarire
Conversazioni con il Dalai Lama
La Via della Liberazione
Gli insegnamenti fondamentali del buddhismo tibetano

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Contenuti video



Articoli collegati
Feb 23

Earthing - A Piedi Nudi - Libro
Curarsi con l’energia della Terra
(-15%)

Se ti è possibile, leggi questo libro tenendo i piedi direttamente appoggiati al terreno, che sia erba, ghiaia, terra, sabbia o calcestruzzo.

Riuscirai a provare subito quello di cui stai leggendo, comprenderai come il contatto con la Terra riesca a ripristinare il naturale stato elettrico del tuo corpo.

Il cambiamento positivo che avvertirai è l’inizio di un processo in cui il tuo corpo lentamente diventa un tutt’uno con le onnipresenti ed eterne energie di guarigione della Terra.

Questo è l’Earthing, un gesto naturale, semplicissimo e sicuro che allevia dolore e stress.

Scopri la cura miracolosa più antica, più facile, più naturale.

Earthing è una cura miracolosa, antichissima, semplicissima, e naturale.

Il punto di vista di Earthing è che siamo sempre più malati, stanchi e soffriamo di infiiammazioni croniche per un motivo ben preciso: non siamo connessi alla Terra e soffriamo una carenza di elettroni a causa di questo mancato collegamento. Possiamo ottenere una ricarica istantanea semplicemente mettendo i piedi nudi a contatto con la Terra.

Il pianeta Terra è un organismo vivente
che ci rifornisce naturalmente di energia quando entriamo in contatto con esso.

Abbiamo perso la consapevolezza delle nostre radici “elettroniche” (nel senso degli elettroni). Le nostre scarpe, con le suole isolanti impediscono al cirucuito elettrico di funzonare correttamente, siamo disconnessi.

Dormire direttamente sul suolo (con cuscini o letti conduttivi) o camminare scalzi ci equilibra energicamente poiché gli elettroni liberi della superficie terrestre ci pervadono e ci sintonizzano agli stessi livelli di potenziale e carica energetica della Terra. Questo riequilibrio può causare una leggera sensazione di bruciore e ci procura numerosi benefici.

Un testo insolito, stimolante, interessante, con brani di narrazione diretta e parti saggistiche. I tre autori raccontano in prima persona e spiegano dai diversi punti di vista legati alla loro professione ed esperienza di vita come questi principi di disconnessione siano comprovati da una serie di dati scientifici ed esperienziali.

«Questo libro, ispirato e ben documentato, spiega i pericoli cui siamo esposti quando interrompiamo la connessione con il potere e l’energia della Terra e con il suo flusso infinito di elettroni liberi. È possibile che la maggior parte delle malattie, le infiammazioni croniche, il sonno disturbato e altro ancora dipendano da questo? Un’ipotesi brillante che ha un solido fondamento nella scienza».
Dottor Nicholas Perricone, autore di Ageless face, ageless mind

«La scoperta dell’Earthing, cioè delle proprietà terapeutiche della connessione con la terra, può essere considerata alla stessa stregua della scoperta della penicillina. Questo libro è probabilmente la più importante lettura in tema di salute del ventunesimo secolo».
Ann Louise Gittleman, nutrizionista, autrice di The fat flush plan

«La connessione con la terra è fondamentale quanto il sole, l’aria, l’acqua e i nutrienti. Fate che la Terra sia con voi!».
Gary E. Schwartz, docente di psicologia e di medicina all’Università dell’Arizona e autore di The energy healing experiments

«Le persone hanno perso il contatto con la Terra. Valutando ciò da una prospettiva biblica, le persone che perdono il contatto con la Terra perdono il contatto con Dio. Connettersi alla Terra ci ricongiunge al pianeta, agli altri e, in un certo senso, a Dio».
Gabriel Cousens, medico, autore di Spiritual nutrition

«La connessione con la terra ci ricongiunge alla Natura e la Natura è la fonte fondamentale di salute e guarigione. Questo libro è un manuale che racconta uno dei più grandi segreti di salute della Natura».
John Gray, autore di Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere

«Gli squilibri ormonali sono ormai estremamente diffusi nelle donne. La connessione con la terra ha un effetto profondamente benefico e aiuta a riequilibrare il sistema ormonale e a ridurre i sintomi».
Amanda Ward, naturopata, Encinitas, California

«La maggior parte delle persone vuole i maggiori benefici in termini di salute con il minor sforzo possibile. Ebbene, eccoli! Tornare al contatto con la Terra vi regala grandi benefici con il minimo sforzo. È una passeggiata!».
David Wolfe, medico, autore di Superfoods: the food and medicine of the future

«Il feedback con i pazienti è diventato così forte che, come medico, so che è in grado di cambiare la vita di una persona».
David Gersten, medico, autore di Are you getting englihtened or losing your mind?

«Tutto questo funziona! È più promettente che mai. È qualcosa di semplice che può essere usato dovunque».
Richard Delany, medico, Milton, Massachusetts

«La pratica dell’Earthing è una svolta rivoluzionaria che cambierà la vostra vita. Leggete questo libro, prendete contatto con la Terra e date inizio al processo che vi porterà a sconfiggere lo stress e il ciclo della malattia».
Martin Gallagher, medico e chiropratico, autore di Dr. Gallagher’s guide to 21st century medicine

«Un libro meraviglioso! Riconnettersi alla terra significa riscoprire il potere di guarigione della Natura. Con solide basi scientifiche e forte di intuizioni corrette, ecco che abbiamo per le mani un modo semplice ma potente per riconquistare la nostra salute a tutti i livelli».
Hyla Cass, medico, autore di 8 weeks to vibrant health

«Dormire sul pavimento mi permette un sonno ininterrotto. Mi sveglio sentendomi rinfrancata, malgrado tutti i miei viaggi».
Miranda Kerr, modella

«L’aver ritrovato la connessione con la Terra mi è stato di enorme aiuto per riprendermi dalle conseguenze degli infortuni e dell’eccessivo affaticamento. Sono in grado di tornare in pista un po’ più forte e mi sento molto meglio».
Chris Lieto, tre volte campione di triathlon Ironman



Articoli collegati
Feb 04

Cos’è il wabi-sabi?

Cos’è il wabi-sabi?

Wabi-sabi (in Kanji: 侘寂) costituisce una visione del mondo giapponese, o estetica, fondata sull’accoglimento della transitorietà delle cose.

L’espressione deriva da due caratteri 侘 (wabi) e 寂 (sabi):

tale visione, talvolta descritta come “bellezza imperfetta, impermanente e incompleta” deriva dalla dottrina buddhista dell’anitya (sanscrito, giapp. 無常 mujō; impermanenza).

Secondo Koren, il wabi-sabi è la più evidente e particolare caratteristica di ciò che consideriamo come tradizionale bellezza giapponese dove “occupa all’incirca lo stesso posto dei valori estetici come accade per gli ideali di bellezza e perfezione dell’Antica Grecia in Occidente“.

Andrew Juniper afferma che “se un oggetto o un’espressione può provocare dentro noi stessi una sensazione di serena malinconia e un ardore spirituale, allora si può dire che quell’oggetto è wabi-sabi“.

Richard R. Powell riassume dicendo “(il wabi-sabi) nutre tutto ciò che è autentico accettando tre semplici verità: nulla dura, nulla è finito, nulla è perfetto“.

Le parole wabi e sabi non si traducono facilmente.

Wabi si riferiva originariamente alla solitudine della vita nella natura, lontana dalla società; sabi significava “freddo“, “povero” o “appassito“.

Verso il 14esimo secolo questi significati iniziarono a mutare, assumendo connotazioni più positive.

Wabi identifica oggi la semplicità rustica, la freschezza o il silenzio, e può essere applicata sia a oggetti naturali che artificiali, o anche l’eleganza non ostentata. Può anche riferirsi a stranezze o difetti generatisi nel processo di costruzione, che aggiungono unicità ed eleganza all’oggetto.

Sabi è la bellezza o la serenità che accompagna l’avanzare dell’età, quando la vita degli oggetti e la sua impermanenza sono evidenziati dalla patina e dall’usura o da eventuali visibili riparazioni.

Sia wabi che sabi suggeriscono sentimenti di desolazione e solitudine.

Nella visione dell’universo secondo il Buddhismo Mayahana, questi possono essere visti come caratteristiche positive, che rappresentano la liberazione dal mondo materiale e la trascendenza verso una vita più semplice.

La filosofia mahayana stessa, comunque, avverte che la comprensione genuina non può essere raggiunta attraverso le parole o il linguaggio, per questo l’accettazione del wabi-sabi in termini non verbali può costituire l’approccio più giusto.

I concetti di wabi e sabi sono originariamente religiosi, ma l’uso che si fa attualmente di queste parole in giapponese è spesso abbastanza causale. In ciò si può notare la natura sincretica dei sistemi di credenze giapponesi.

Una traduzione molto semplice di wabi-sabi potrebbe essere bellezza triste.

—-

Cos’è il wabi-sabi?
Uso questo termine perchè riassume in una “sola” parola un concetto molto importante.

Uno dei più grandi architetti della storia, Frank Loyd Wright, sosteneva che una costruzione ma più in generale una cosa dovrebbe avere in se la bellezza.

La bellezza deve derivare dalla forma e dal modo in cui è costruita una qualsiasi cosa, non da cosa gli si mette sopra per abbellirla. In termici di economicità potremmo dire che una costruzione wabi-sabi, non necessiterebbe di aggiunte puramente estetiche e costose.

Il wabi-sabi è un ideale artistico tipicamente giapponese che descrive la bellezza di oggetti di fattura rustica e non rifinita, solitamente caratterizzati da un uso di materiali naturali grezzi, da superfici ruvide o corrose dalle intemperie, da assenza di forme geometriche regolari e dai colori scuri o neutri.

Il termine, nato durante il periodo Ashikaga in relazione all’estetica della cerimonia del tè e successivamente allargato a comprendere forme d’arte diverse, è ricco di rimandi a concezioni filosofiche, religiose e morali taoiste e buddhiste e soprattutto alla dottrina del buddhismo zen (l’apprezzamento di una vita a contatto con la natura, la transitorietà del creato e l’inafferrabilità della sua essenza, ecc.).

Calato nel nostro abitare diremo semplicemente che è la bellezza delle cose imperfette, grezze, senza inutili aggiunte prettamente estetiche; è la bellezza delle cose umili e modeste, semplici (lo spendere tanto non è sempre sinonimo di bello), è la bellezza delle cose insolite, diverse, originali.

Fonti: http://it.wikipedia.org, http://www.geometramoro.cassola.info

Contenuti consigliati

Wabi Sabi Love
Come trovare equilibrio e bellezza nell’amore (im)perfetto
Semplicità Volontaria
Come consumare di meno e vivere meglio, in armonia con l’ambiente
Elogio della Semplicità
Vivere creativamente nella società dei consumi
Tutto il Bello che c'è - Libro
Il Mircacolo della Semplicità
Pace e Armonia
Nella vita quotidiana
Un Mondo in Armonia

Contenuti video



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

Mangiar Crudo per Vivere Sani

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Mangiar Crudo per Vivere Sani - Raw Food di René Andreani

Migliora la tua vita

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Metodo - The Tool

Fruttalia

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Fruttalia di Luca Speranza e Silvio Sciurba

Raggiungi la Felicità

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: In compagnia di Spinoza raggiungi la Felicità di Balthasar Thomass

Il Codice della Guarigione

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Codice della Guarigione di Alexander Loyd e Ben Johnson