Feb 27

Geometria della Guarigione

“Tutto si manifesta con una vibrazione e ognuno di noi si trova
in una condizione di costante scambio con la realtà che lo circonda.”

Ciò che esiste, ha una vibrazione che comunica con il mondo circostante; che si tratti di noi esseri umani, di pietre, colori, medicinali o disegni geometrici. Con il libro “Geometria della Guarigione” scopriamo la Nuova Omeopatia, ossia un metodo di curare, che interviene sulle vibrazioni disarmoniche con l’aiuto di segni geometrici dipinti sulla pelle, un sistema di guarigione tra i più antichi.

Erich Koerbler ha sviluppato questo metodo di guarigione, basandosi sulla “Teoria dei simboli di guarigione“, in quanto tutti noi possiamo essere influenzati positivamente, alla guarigione, se esposti a determinate forme e simboli.

Ci sono svariati studi che ci spiegano come segni geometrici dipinti sul corpo possono agire a nostro favore, captando come antenne energia positiva e dando il via ad una trasformazione di pulizia per tutto l’organismo.

Le autrici, Petra Neumeyer (giornalista scientifica) e  Roswitha Starkci ( naturopata e omeopata), conducono passo passo a comprendere questa tecnica, che si adatta ai professionisti nel settore e anche a tutti coloro che desiderano occuparsi del  loro corpo in modo più responsabile; constatando ancora una volta come noi tutti possiamo curarci non solo con i farmaci chimici; dato che noi,  e tutto ciò che ci circonda siamo composti da energia in continua comunicazione e scambio tra di loro.

“Ciascuna vibrazione, sia che provenga dal polline di un fiore o da un pensiero negativo,
ha la sua caratteristica lunghezza d’onda e un suo ben definito contenuto informativo.”

Ecco quindi che scopriamo come anche un “semplice simbolo” disegnato sulla nostra cute possa avere un grande potere curativo, i segni indicati in modo chiarissimo nel libro, possono essere dipinti su aree doloranti o su determinati punti dell’agopuntura, anch’essi indicati nel libro.
Sicuramente molti conoscono o ne hanno già sentito parlare di agopuntura e terapia dei meridiani, ad esempio con massaggi shiatsu, o con la stimolazione proposta da EFT, posizionando pietre su determinati punti, e ora possiamo imparare anche il potere che hanno determinati simboli geometrici sul nostro corpo.

Erich Koerbler, ci insegna che la malattia, più o meno grave, indica un disturbo del nostro equilibrio energetico e ci ricorda che il potere di autoguarigione è in tutti noi.

Questo nuovo libro è ben strutturato, permettendoci di imparare a sfruttare il potere dei simboli per una guarigione in tutti i campi, emotivo, fisico e spirituale. In modo chiaro le autrici ci spiegano come possiamo disegnare i simboli direttamente sulle aree interessate dal dolore per darci un immediato sollievo, o per  accelerarne la guarigione.
Abbiamo inoltre spiegazioni per riequilibrare e pulire i chakra, ripulire il corpo dalle tossine, e come trasferire l’energia dei simboli a ciò che ci circonda,  come l’acqua che beviamo,il cibo che mangiamo, pietre o gioielli che indossiamo, per permettere all’energia un trattamento di prevenzione e guarigione a lungo termine con l‘invio di segnali positivi alle cellule del nostro corpo.

Ciò che mi affascina in modo particolare è la grande possibilità di applicazione e allo stesso tempo la semplicità di utilizzo.
Ne resterete affascinati, un coinvolgimento diretto che vi darà la possibilità di stare più vicini al vostro corpo, in modo quotidiano per trasmettere ogni giorno messaggi di salute e gioia alle vostre cellule per un sano benessere.

Ti auguro di ritrovare e mantenere viva la tua energia vibratoria con l’Universo, grazie alla Nuova Omeopatia!

 

Geometria della Guarigione Petra Neumeyer Roswitha Stark Geometria della Guarigione 

I segni di Korbler e la nuova omeopatia

 

Petra Neumeyer, Roswitha Stark

 

Compralo su il Giardino dei Libri

Il nostro corpo è come un dispositivo che capta e trasmette vibrazioni: 60 miliardi di cellule comunicano continuamente tra loro e con il mondo esterno. Proprio in virtù della costante trasmissione e ricezione di informazioni che attraversano l’organismo, esso può essere curato. Uno dei sistemi di guarigione più antichi è costituito dai segni geometrici dipinti sulla pelle.

Geometria della guarigione è una guida completa all’uso quotidiano e terapeutico dei segni da dipingere, con esempi pratici e casi clinici sorprendenti.

  • La medicina delle informazioni.
  • La forza guaritrice dell’acqua esposta ai simboli.
  • I campi morfici.
  • Il principio della risonanza.
  • L’impiego pratico dei simboli sui meridiani.
  • Il bilanciamento energetico.
  • Il riequilibrio delle vibrazioni.
  • Aura-chakra terapia.
  • L’utilizzo di suoni e ritmi.
  • L’influenza dei colori.
  • Il metodo Simonton.
  • Esempi pratici e testimonianze di guarigione


Articoli collegati
Feb 10

Un viaggio interiore unico

Il cammino del nostro viaggio spirituale è interiore e unico per ciascuno.
Maestri saggi possono indicarci la via, ma sta a noi compiere il viaggio.

Procediamo alla nostra velocità e non c’è tabella oraria o scadenza entro la quale raggiungere l’illuminazione.
Regredire a eventi significativi dell’infanzia, al periodo neonatale, o persino a vite passate, può dare considerevole sollievo e beneficio nel presente. Talvolta, anche solo attraverso l’atto di ricordare, vengono eliminati i sintomi. I ricordi possono portare alla comprensione e spesso quest’ultima conduce alla guarigione.
Non devi necessariamente soffrire di una patologia per ricevere i benefici degli esercizi di regressione. Puoi semplicemente riconquistare la felicità, la gioia e la spontaneità dell’infanzia. Puoi persino fare visita alle persone care, e ritrovarvi come quando eravate tutti più giovani.

Ricordando le vite passate, potresti diventare consapevole del fatto che la tua anima, la tua vera essenza, è immortale ed eterna. Hai già vissuto in precedenza, ed eccoti di nuovo qui. Non muori mai veramente, né succede alle persone che ami. Siete sempre insieme, o nell’Aldilà (in paradiso) o di nuovo qui nella dimensione fisica.
Sia che tu abbia sviluppato sintomi e paure, sia che si tratti di semplice curiosità, puoi trarre tantissimi benefici svolgendo l’esercizio di regressione nel CD allegato. In una certa misura, la frustrazione può impedire la guarigione e il processo trasformativo.

Cerca di non aspettarti risultati specifici durante l’esercizio.
Accogli con dolcezza quello che arriva.
Non c’è fretta e non hai una scadenza.
Ci sono persone che sperimentano ricordi vividi o eventi spirituali fin dalla primissima volta; per altre invece ci vogliono giorni, settimane o persino mesi.

Molti benefici matureranno anche in assenza di ricordi.
Basta che ti rilassi il più possibile e apri la mente accogliendo tutto ciò che entra nella tua consapevolezza. Se riesci a esercitarti con pazienza, troverai molta più gioia, pace interiore e comprensione nella tua vita.

[..] Non tutti hanno bisogno di seguire una terapia di regressione alle vite passate; anche se non emergono ricordi relativi a esistenze precedenti, la maggior parte delle persone riesce a trarre grande giovamento dalla semplice esecuzione dell’esercizio. Circa un terzo della gente che lo ha svolto non ha ricordato episodi risalenti a esistenze precedenti. Tuttavia, esso offre altri tipi di guarigione e numerosi benefici. Per esempio, puoi scoprire il potere della respirazione consapevole e i tuoi muscoli sperimenteranno la sensazione di profondo rilassamento e del rilascio delle tensioni. Molte persone mi hanno scritto dicendo che la pratica costante di questo esercizio le ha aiutate a gestire meglio lo stress e le turbolenze della vita quotidiana. Hanno imparato inconsciamente a rilassarsi e a lasciare andare la tensione. Nel corso della giornata, quando si trovano ad affrontare momenti di particolare tensione e stress, respirano automaticamente in modo più profondo per calmarsi e concentrarsi.

I medici sanno bene che lo stress e l’ansia possono indebolire il sistema immunitario, quindi la pace interiore raggiunta con questo esercizio è un prezioso beneficio a tutto vantaggio della salute. Inoltre, essa permette all’amore di scorrere liberamente, ed è risaputo che ciò aiuta a prevenire le malattie.
Il sistema immunitario delle persone innamorate funziona in modo ottimale.

di Brian Weiss – da Lo Specchio del Tempo

Lo Specchio del Tempo - Brian Weiss Lo Specchio del Tempo

 

Contiene CD Audio con regressione alle vite passate

Brian Weiss

 

Compralo su il Giardino dei Libri

Lo Specchio del Tempo” di Brian Weiss contiene esercizi di regressione alle vite passate che, insieme al CD Audio allegato, sono preziosi strumenti per trovare la soluzione ai nostri problemi e per scoprire l’origine delle passioni che ci animano e dei nostri interessi.

Attraverso il ricordo delle vite passate, siamo in grado di alleviare i conflitti interiori e di raggiungere il benessere psicofisico ed emotivo, svelando e accettando pienamente la nostra identità.

CD allegato: contiene la regressione guidata alle vite passate e la base musicale per eseguire la regressione in modo autonomo seguendo la trascrizione contenuta nel libro.

Le regressioni non solo ti permettono di affrontare in modo positivo i traumi del passato ma ti portano anche in un profondo stato di rilassamento che apre le porte a nuove possibilità.

Dice testualmente Brian Weiss: “La regressione è affine alla psicoterapia e alla psicoanalisi tradizionale. Quando eventi traumatici sono portati in superficie con la regressione, interpretati e integrati, di solito si osserva un miglioramento clinico. La differenza principale è che la regressione allarga il campo in modo tale che è possibile far emergere ricordi non solo di questa vita, ma anche di altre.”



Articoli collegati
Gen 24

Felice qualunque cosa accada

Tutto ciò che ottieni e tutto ciò che non riesci a ottenere
è il diretto risultato dei tuoi pensieri.
James Allen

Gli esseri umani sono creature pensanti. In ogni momento, ogni giorno, la nostra mente è al lavoro per dare un senso a quello che vediamo e percepiamo. Per quanto ciò possa sembrare ovvio, si tratta di uno dei principi che meno comprendiamo nel nostro sviluppo psicologico. Eppure comprendere la natura del pensiero è alla base di una vita pienamente funzionale e felice.
Pensare è una capacità, una funzione della coscienza umana.
Nessuno sa esattamente da dove arrivi il pensiero, ma possiamo affermare che proviene dallo stesso posto in cui si trova qualunque cosa faccia battere il nostro cuore: deriva dall’essere vivi. Come nel caso di altre funzioni umane, il pensiero esiste con o senza il nostro volere.
In questo senso, il pensiero è un elemento impersonale della nostra esistenza.

[..] Siamo noi gli artefici dei nostri pensieri a differenza di altre funzioni e abilità che possediamo in quanto esseri umani, difficilmente ci ricordiamo che siamo noi gli artefici dei nostri pensieri.
È facile ricordarsi che la voce è il prodotto della nostra capacità di parlare. Sarebbe praticamente impossibile restare sorpresi dalla nostra capacità di linguaggio, visto che sappiamo benissimo che siamo noi a produrre i suoni. Possiamo gridare, strillare, sbraitare e infuriarci, ma il suono della nostra stessa voce non potrebbe mai spaventarci.
Lo stesso si può dire della capacità di ingerire e digerire il cibo. Non sarebbe possibile mangiare qualcosa e poi chiederci come mai sentiamo un determinato sapore in bocca: sappiamo benissimo che siamo stati noi a metterci il cibo in bocca.

[..] Ma con il pensiero è diverso. Una volta William James, padre della psicologia americana, disse:
“Il pensiero è il grande artefice della nostra esperienza.”

Ogni esperienza e percezione nella vita si basa sul pensiero.
Il pensiero, che precede ogni cosa e persiste in modo automatico, è la nostra funzione più basilare e che ci tocca più da vicino.

Abbiamo imparato in modo del tutto innocente a interpretare i nostri pensieri come se fossero “reali”, ma il pensiero non è altro che un’abilità di cui disponiamo: siamo noi a generarlo. È facile credere che, se pensiamo qualcosa, allora l’oggetto del nostro pensiero (il contenuto) corrisponde alla realtà. Una volta capito che il pensiero è un’abilità piuttosto che una realtà, saremo in grado di accantonare qualsiasi pensiero negativo che attraversi la nostra mente. Così facendo, comincerà a venire a galla un sentimento positivo di felicità. Se continuiamo a essere un porto sicuro per i pensieri negativi (prestando loro troppa attenzione o soffermandoci su di essi), ci perderemo i sentimenti positivi e risentiremo degli effetti della negatività.

Ecco un semplice esempio di come il pensiero possa essere frainteso e di come un simile fraintendimento possa avere un’influenza su di noi, artefici dell’equivoco.
Facciamo finta di rovesciare per sbaglio un bicchiere d’acqua al ristorante, di alzare lo sguardo e vedere un uomo, due tavoli più in là, che ci lancia quella che a noi sembra un’occhiata di disapprovazione. La nostra reazione è di rabbia. “Cosa vuole quello?” pensiamo. “Non gli è mai caduto niente di mano? Che cretino!”.

Ciò che pensiamo delle circostanze ci fa sentire frustrati e finisce per rovinarci il pomeriggio. L’incidente ci torna in mente di continuo, a distanza di pochi minuti, e quando ci pensiamo, ci arrabbiamo. Ma la verità è che quell’uomo non aveva nemmeno visto che avevamo rovesciato l’acqua.
Era perso nel proprio mondo, ripensava a un errore che aveva commesso al lavoro quel giorno. Non avrebbe potuto importargliene di meno di noi. In effetti, non sapeva nemmeno della nostra esistenza.

Sfortunatamente, tutti noi ci siamo ritrovati molte volte in una situazione simile.
Ci scordiamo che si tratta solo dei nostri pensieri. Ci riempiamo la testa di informazioni false che poi interpretiamo come se fossero “reali” invece di semplici “pensieri”.
Se solo riuscissimo a tenere sempre a mente che siamo noi gli artefici dei nostri pensieri! Sapendo che, nel momento in cui pensiamo qualcosa, ne avvertiamo gli effetti, come nell’esempio del ristorante ci saremmo resi conto che a infastidirci non erano i pensieri di qualcun altro, ma i nostri.

Sono i pensieri, e non le circostanze, a determinare i nostri sentimenti, e l’assenza di pensieri negativi suscita sentimenti positivi.
È il pensiero a modellare la nostra esperienza di vita. Il modo in cui pensiamo qualcosa, e soprattutto il rapporto che instauriamo con ciò che pensiamo, determinano l’effetto che i pensieri hanno su di noi.

In apparenza, il livello di felicità che proviamo aumenta e diminuisce in base alle circostanze in cui ci troviamo.
In realtà, non sono le circostanze a determinare il nostro livello di benessere, ma il modo in cui le interpretiamo.

 

Tratto da: Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada

Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada - Richard Carlson Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada

 

Cinque principi per gustare la vita con la giusta prospettiva

 

Richard Carlson

Compralo su il Giardino dei Libri

Molti credono che potranno essere felici solo dopo aver risolto i propri problemi, migliorato le relazioni e raggiunto gli obiettivi prefissati. Invece Richard Carlson spiega ai lettori come essere felici subito, adesso, a prescindere dalla situazione in cui si trovano.

Basandosi su:

  • i principi del Pensiero (i pensieri sono volontari, non involontari);
  • i principi dell’Umore (pensare è un’attività volontaria cangiante e le sue variazioni si chiamano “umori”);
  • i principi delle Realtà Separate (ciascuno pensa in modo unico e ineguagliabile e vive in realtà psicologiche separate);
  • i principi dei Sentimenti (sentimenti ed emozioni fanno da barometro quando sei fuori strada, diretto verso l’infelicità);
  • i principi del Momento Presente (il solo momento in cui puoi essere felice, soddisfatto e realizzato).

Questa guida indispensabile conduce il lettore attraverso le sfide della vita restituendogli la gioia di vivere e di godersi il viaggio lungo il cammino.

“Il nuovo approccio di Carlson è molto utile: solido, sensibile e ricco di buoni consigli.”
Dr. Wayne Dyer



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

Mangiar Crudo per Vivere Sani

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Mangiar Crudo per Vivere Sani - Raw Food di René Andreani

Migliora la tua vita

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Metodo - The Tool

Fruttalia

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Fruttalia di Luca Speranza e Silvio Sciurba

Raggiungi la Felicità

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: In compagnia di Spinoza raggiungi la Felicità di Balthasar Thomass

Il Codice della Guarigione

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Codice della Guarigione di Alexander Loyd e Ben Johnson