Gen 09

Che parole bisogna dire per dare gioia?

Che Parole?
Che parole bisogna dire per dare gioia?
Che parole bisogna dire per dare felicità?

Bisogna dire amicizia? Bisogna dire concordia?
Bisogna dire anche libertà? O bisogna prenderti la mano?

Che parole bisogna dire per dare Amore?
Che parole bisogna dire per dare tenerezza?
Bisogna dire ti amo? Bisogna dire sempre?
Bisogna dire anche bambini? O bisogna prenderti la mano?
Che parole bisogna dire? Che parole?
E se non dico niente, se taccio?

Se ti guardo semplicemente
E se ti sorrido
Allora la mia mano prenderà da sola la tua
E tu sentirai queste parole
Nel mio silenzio

di Blandine, 19 anni, morta di un cancro osseo

La Terapia del Sorriso La Terapia del Sorriso

 

Osservare, Comprendere, dare spazio alle Emozioni

 

Silvia Pepe

Compralo su il Giardino dei Libri

 

La Terapia del Sorriso è un nuovo linguaggio nato per comunicare (in particolare con i bambini) attraverso le emozioni e un mezzo per riequilibrarle, suddiviso in due parti: l’Animazione Emozionale e l’Animazione Terapeutica.

Si tratta di due tecniche messe a punto osservando i bisogni delle persone al di là delle cure mediche rivolte al corpo fisico o alla mente, per aiutare il paziente ad essere consapevole della sua forza interiore stimolandone la guarigione.

Tutto questo è stato sperimentato a livello clinico: il libro si propone dunque come prima divulgazione e come indicazione generale per gli operatori sanitari, in primis, e per gli educatori, gli insegnanti e i genitori.



Articoli collegati
Mar 16

Coerenza, bisogno, desideri, valori

Coerenza, desideri, valori

Coerenza come valore a se stante o come stile di vita?

La coerenza può sì essere un valore, se non è vista come una “mania“, ma come uno stile di vita volto a seguire un sentiero già tracciato al fine di raggiungere una meta.

Ovvero, si può essere coerenti nel bene come nel male. Viene scambiata per coerenza anche la “cocciutaggine” o l’integralismo.

Si può parlare di coerenza quando chi è consapevole dei suoi bisogni, si pone alcuni obiettivi e cerca di raggiungerli mantenendo sempre chiari i suoi valori.
Facciamo un esempio, può dirsi coerente chi sente il bisogno di evolversi spiritualmente e si pone come obiettivo di raggiungere l’autorealizzazione e nel percorso per raggiungerla cerca di mantenersi entro i binari dei valori spirituali.

Possiamo capire che non sempre è facile, ma se vi riesce, può dirsi una persona coerente. Ovvero c’è uguaglianza tra quanto pensa, dice e fa.
Per l’essere umano la coerenza va di pari passo con la consapevolezza.

Se si è consapevoli di pensare una cosa e dirne un’altra, si capisce che si è usciti dal binario, così pure se si dice una cosa e se ne fa un’altra.

Andiamo a fare un esempio su un caso più alla portata di tutti e che è utile a tutti: l’educazione dei figli.

Un genitore che ama i suoi figli ha il bisogno di vederli realizzati e felici. Gli obiettivi che si pone per dare loro la possibilità di realizzarsi e di essere felici sono di vario genere: educazione ai valori della famiglia, della solidarietà, dell’altruismo, dell’amore per gli altri, del rispetto ecc..

Per realizzare questi obiettivi li fa studiare fino all’università, li manda alla chiesa della sua religione. Ma… lui cosa fa?

Li manda alla chiesa e lui non va? Li fa studiare e poi permette loro di guardare la TV per ore? Come vive lui i valori della famiglia? Rispetta il partner o per i figli è esempio di lite, sopraffazione e mancanza di rispetto? Pratica la solidarietà in qualche modo?

Ecco, se l’esempio che dà è il più possibile vicino (umanamente parlando) ai valori che vuole dare ai figli (al fine di raggiungere gli obiettivi che si è prefissato per soddisfare il bisogno di vederli realizzati e felici), si può dire che sia stato un genitore coerente.
In caso contrario no.

Per riassumere, la coerenza va di pari passo con la consapevolezza, innanzi tutto dei propri bisogni, poi dei propri obiettivi, quindi dei propri valori. Una volta che si è consapevoli di questi, si cerca di rimanere dentro i binari dei valori e si è coerenti.

Fonte: http://jezael.splinder.com

Contenuti consigliati

The Power
Il Potere

Buono

Amore
Dall’Autore di l’Alchimista

Buono

Amore e Buona Energia + CD con le musiche di Capitanata
Cara anima eterna tu meriti la pace mentale, la buona salute e la felicità

Da non perdere

Amore: il Potere dell'Accettazione
Amore e Liberta'
l'Infinita Saggezza dell'Amore - DVD

Buono



Articoli collegati
Ott 20

Ho voglia di sicurezza!

Ho voglia di sicurezza!

Non farti fregare dal passato (1263)
Download Non farti fregare dal passato

Alcune persone desiderano soltanto questo ormai: la sicurezza.

Attenzione però, a non scambiare la sicurezza per l’immobilità di quanto esiste fuori di noi.

C’è infatti chi si sente sicuro solo quando tutto intorno a lui è già definito, fermo. C’è chi vuole che tutto resti per sempre com’è in quel preciso momento, che non ci siano imprevisti, né variazioni o novità. C’è chi preferisce frequentare persone che si comportino sempre allo stesso modo, che dicano sempre le stesse cose (più o meno), e soprattutto che provino sempre le stesse emozioni nei loro confronti.

Ma credetemi, l’unica cosa sicura in un mondo del genere, sarebbe la noia .

In realtà, cerchiamo spesso fuori un qualcosa che può nascere soltanto dentro di noi, che non può dipendere dal modo in cui vanno le cose al di là della nostra pelle.

Dipende tutto dal nostro modo di reagire agli eventi. Dovremmo imparare da quei marinai capaci di restare in piedi e stabili anche mentre la nave si trova sballottata dalle onde di un mare in tempesta. Quei marinai non dicono “ah… voglio che la tempesta cessi”; né si lasciano passivamente sballottare insieme alla nave. Fanno una cosa più saggia. Tentano e ritentano, cadono e si rialzano diverse volte, fino a quando imparano a restare in piedi continuando a fare le loro cose, nonostante l’intensità delle oscillazioni.

Per fare ciò imparano, non si irrigidiscono; smettono di combattere la forza delle onde. Apprendono addirittura a cavalcare questa forza, a usarla per muoversi più rapidamente nella direzione prestabilita. Imparano a trovare un punto di equilibrio fra il loro movimento e quello della nave.

Noi dovremmo fare altrettanto: trovare un punto in comune fra il nostro incedere e le oscillazioni del mondo.

Se vuoi essere una persona sicura, diventa una persona che si cura (nel senso che si occupa sinceramente) di se e degli altri.

Non perdere tempo a giudicarti e a prendere in considerazione i giudizi negativi che qualcuno può dare su di te.

Utilizza le tue energie:

  • per dare quello che hai
  • per fare quello che puoi
  • per avere quello che ti spetta
  • per essere quello che sei

Curati di vivere il più intensamente possibile. Curati di non sprecare nessuna occasione per apprendere la tua meta, il tuo scopo, il tuo valore.

Voglio proporvi un percorso di auto esplorazione che potrebbe aiutarvi a sentirvi più forti. Prendete un foglio e provate a seguire queste indicazioni.

La prima cosa da fare è scrivere in maniera spontanea tutto quello che vi viene in mente come risposta a questa domanda: Cosa cerco realmente quando mi dico “ho voglia di sicurezza”?

Terminata questa fase, individuate e trascrivere quali sono le convinzioni che nutrono la vostra insicurezza.

Quando avete individuato queste convinzioni limitanti, prendetene una per volta e scrivete tutto quello che vi viene in mente per smontarla.

Passate adesso alla fase successiva: scegliete una situazione in cui vi siete sentiti sicuri (in qualsiasi contesto).

Scrivete sul foglio tutti i particolari che vi ricordate di quel momento (immagini, suoni, cose che vi dicevate, il modo in cui respiravate etc.).

Avete fatto caso a quello che è accaduto mentre ci pensavate? Scommetto che vi sentivate un po’ come allora.

Ebbene, quando avete bisogno di sentirvi più sicuri, fate la stessa cosa: ricostruite con cura questa esperienza nella vostra mente. Recuperate più particolari possibili, e noterete come vi sentirete subito meglio.

Di Rosario Alfano.

Contenuti consigliati

Compralo su Macrolibrarsi

Comprendere, esprimere e trasformare le nostre emozioni
Abbi il coraggio di cambiare! Comincia subito!
Manuale di psicologia del cambiamento

Compralo su Macrolibrarsi

Come ottenere chiarezza e lucidità mentale


Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

Mangiar Crudo per Vivere Sani

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Mangiar Crudo per Vivere Sani - Raw Food di René Andreani

Migliora la tua vita

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Metodo - The Tool

Fruttalia

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Fruttalia di Luca Speranza e Silvio Sciurba

Raggiungi la Felicità

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: In compagnia di Spinoza raggiungi la Felicità di Balthasar Thomass

Il Codice della Guarigione

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Codice della Guarigione di Alexander Loyd e Ben Johnson