Apr 20

Respiro dopo Respiro: una storia vera

“Amo troppo la vita e tutto ciò che mi ha dato,
ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse.
Con il tempo sono arrivata persino ad amare le cicatrici
che punteggiano il mio corpo, a trovarne un significato.
Molti pensano che la malattia, una come la mia specialmente,
sia sintomo di tristezza e rassegnazione.
Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario…”
Caterina

Caterina Simonsen è una giovane ragazza brasiliana trapiantata a Padova colpita da alcune malattie genetiche rare fra cui il “deficit di Alfa1AT“. La sua storia  in molti la conoscete molto bene, di lei si è parlato sui giornali, in televisione, su Internet.
Un giorno, nel dicembre 2013 Caterina ha con coraggio pubblicato sul web un messaggio. Nelle immagini si vedeva lei con il sorriso nascosto dai tubi che le permettono di respirare. In mano teneva un cartello con un testo scritto con i pennarelli:
“Io, Caterina S., ho 25 anni grazie alla vera ricerca, che include la sperimentazione animale.
Senza la vera ricerca sarei morta a 9 anni”
.

Neanche a dirlo com la sua presa di posizione abbia immediatamente suscitato commenti irripetibili da parte degli animalisti.
Ma dopo un’iniziale spavento, del caos scatenato, Caterina non si è arresa neppure a contestazioni così violente. Anzi, con la sua forte tenacia che da sempre la contraddistingue, ha continuato a spiegare la sua storia, a esporre le sue ragioni.
Ora Caterina ci racconta la sua vita e la sua malattia in un libro. Si intitola Respiro dopo respiro.

Chi mi attacca sostiene che mi strumentalizzino, che sia una marionetta in mano a qualcuno di molto più grande. Come se il fatto di essere malata mi rendesse per forza di cose fragile, malleabile, priva di cervello e forza di volontà. Per difendermi mi rinchiudo nel mio guscio. Non guardo la tv e tengo spesso i telefono spento. Anche perché al di là delle parole, la malattia non dà tregua.

Ho una strana sensazione, la chiamo “fiato sul collo”. L’impressione che il momento stia arrivando, che da un giorno all’altro possa finire ogni cosa, e allor chi e se ne importa della ricerca, dei nazianimalisti e di tutto il resto.

Ci sono attimi in cui mi scoraggio, perdo la speranza, la voglia di dirmi “Ancora, forza, vai avanti”. Attimi, durante i quali la parola “domani” scompare dal mio vocabolario. [...]

È anche per questa capacità di guardare in faccia le cose, di non spaventarsi neppure di fronte alla prospettiva più dura, che Caterina è diventata un simbolo. Contro tutto, Caterina va avanti.

Come hanno affermato Massimo Gramellini e Daria Bignardi
Bisogna guardare la vita con gli occhi di Caterina
“Grazie per averci insegnato a vivere respiro dopo respiro.”

Una domanda però può sorgere spontanea a molti:
Come si fa a vivere attaccati ad un respiratore, a superare grave crisi e ad avere ancora voglia di vivere?
Sinceramente non so rispondere a questa domanda ma, dal libro di Caterina, possiamo trarne un grande insegnamento. Le persone con patologie, anche serie, hanno qualcosa in più. Hanno una bellezza, una voglia di combattere e di stupire che nessun altro ha e che nessun altro riesce a spiegare.
Il sorriso che si vede sempre stampato nello sguardo e negli occhi di Caterina dimostrano proprio questo: la voglia di vivere e di continuare a lottare.
Il libro, infatti, non parla solamente di malattia e di cure, parla di vita “normale”, vita “di tutti i giorni” che Caterina vuole affrontare, sempre e comunque.
Respiro dopo respiro è un libro che ti fa vivere l’istante e perfino l’importanza dell’aria che respiri.
Non è una storia che racconta tristezza e rassegnazione. No! Questo libro è tutto il contrario.. pagina dopo pagina senti che ti tocca l’anima, che ti arriva al cuore, e che ti scuote dentro per una nuova consapevolezza di vivere.

Buona lettura

Respiro dopo Respiro - Caterina Simonsen Respiro dopo Respiro

La mia storia

Caterina Simonsen

Compralo su il Giardino dei Libri

Quando stai tanto male, quando ti capita spesso di sentirti come un pesce che boccheggia sulla spiaggia, a volte avresti voglia di mollare, di alzare le mani e dire: «Okay, mi arrendo». Troppa fatica, troppo dolore. Che se una cosa ce l’hai, tipo la vita, devi poterla usare, altrimenti che senso ha? E quando sei malata, malata per davvero, sei come i bambini poveri davanti alla pasticceria. Tanto vale che rinunci, che smetti di alitare sui vetri. Di sognare una vita che non afferrerai mai davvero.

Poi, però, basta una parola, uno sguardo, una carezza. Un messaggio su Facebook o un sms hanno il potere di ribaltare il mondo. Ti rimettono al tuo posto, ti ricollocano sullo sfondo. Capisci che non sei sola, che sei come una tesserina del domino e la tua vitacondiziona quella degli altri. Che se cadi tu lo fanno anche loro. La tua famiglia, i tuoi amici, il tuo fidanzato. Tutte le persone che ti hanno voluto bene o si sono prese cura di te.E non vuoi farlo, non puoi farglielo.

E poi ci sei tu. Va bene che stai male e sei stanca e tutto il resto, ma come la metti con la vita? Voglio dire, come fai? Ti siedi sul ciglio della strada e ci rinunci? Io, Caterina Simonsen? Impossibile. Amo troppo la vita e tutto ciò che mi ha dato. Ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse. Con il tempo sono arrivata persino ad amare le cicatrici che punteggiano il mio corpo, a trovarne un significato.

Molti pensano che la malattia, una come la mia specialmente, sia sintomo di tristezza e rassegnazione. Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario.



Articoli collegati
Dic 28

Il miracolo dell'acqua - Masaru Emoto

Masaru Emoto è noto per i suoi studi relativi all’influenza delle vibrazioni sull’acqua. Vibrazioni come la musica e le parole, ma addirittura quelle più sottili derivanti dai pensieri.

Le sue fantastiche immagini dei cristalli dell’acqua fotografati in diverse condizioni hanno fatto il giro del mondo. Ripropongo un video in cui se ne possono vedere diverse.

L’acqua, secondo Masaru Emoto, manifesta la reazione alle vibrazioni esterne varando la struttura dei cristalli che la compongono, passando da forme armoniose e simmetriche in presenza di vibrazioni energetiche positive, a forme caotiche e disordinate per vibrazioni negative.

“Spesso mi chiedono: “Che parole ha usato per creare i più bei cristalli che ha fotografato?”. Senza esitare rispondo: “Amore e Gratitudine”.”

Se i pensieri, quindi, riescono ad avere un potere così forte sulla materia, positivi o negativi con le relative conseguenze, chissà come potrebbero agire su di noi!?

Nel libro Il Miracolo dell’Acqua, oltre ad essere presente una magnifica selezione di fotografie dei cristalli che testimoniano le scoperte di Masaru Emoto, troviamo un vero e proprio invito a sforzarci di produrre pensieri positivi, in modo particolare contenenti “amore” e “gratitudine“, e di cercare di vivere una vita più positiva, serena e felice.

Cristalli dell'acqua sottoposti a vibrazioni di amore e gratitudine

Cristalli dell’acqua sottoposti a vibrazioni di amore e gratitudine

Perché affermazioni negative come: “non ce la posso fare” e : “Non ce la farò” portano a cristalli distorti? Attraverso la mia ricerca, mi sono convinto che questo accade perché questi concetti non si trovano in nessun luogo, in natura.

Secondo Masaru Emoto, è la coscienza di ognuno a creare il mondo in cui viviamo e l’acqua è il mezzo per eccellenza per trasmettere l’Hado, ovvero la vibrazione energetica che sta all’origine di ogni cosa. Tale concetto, avvicinato a recenti studi di fisica quantistica, potrebbe rafforzare la teoria secondo la quale sarebbe la nostra coscienza a co-creare la realtà fisica che viviamo.
D’altronde, lo stesso premio nobel Carlo Rubbia ha affermato che persino un elettrone ha una “tendenza mentale”.

Potremmo riflettere anche sul fatto che il nostro corpo è formato da acqua per il 70%… il fatto, quindi, di inviare dei pensieri positivi, e quindi delle vibrazioni positive, verso noi stessi potrebbe essere davvero importante per il nostro benessere e per la nostra salute.

Forse finora avete creduto che le parole che usate tutti i giorni fossero solo strumenti per poter comunicare con gli altri. Questo è certamente vero, ma esse hanno anche un’altra importante funzione: contengono infatti l’elemento della vibrazione, che svolge un ruolo vitale nel grande disegno della natura.

L’acqua ci ascolta, percepisce i nostri pensieri, le nostre vibrazioni ed emozioni e ci risponde attraverso il “linguaggio” dei suoi cristalli.

Forme dei cristalli dell'acqua

Forme dei cristalli dell’acqua

Forse può sembrare un concetto complesso, ma la realtà è che esiste un vero e proprio dialogo tra l’uomo e l’acqua. Scopriamolo insieme, grazie a questo grande testo.

 

Il Miracolo dell'Acqua Il Miracolo dell’Acqua

 

Scoprire e utilizzare i benefici effetti della risonanza positiva

 

Masaru Emoto

 

Compralo su il Giardino dei Libri

 

Il dottor Emoto esplora il significato delle parole e del linguaggio, la loro origine e il loro impatto sull’acqua. Introduce e spiega il concetto chiave di risonanza, il veicolo attraverso cui viene trasmessa l’energia della forza vitale. Da questa conoscenza ricava lezioni che possiamo applicare alla nostra vita per raccogliere i frutti benefici della risonanza positiva, tra cui quello di avere relazioni più armoniose con gli altri, ristabilire la nostra salute e migliorare la nostra capacità di comunicazione con gli altri.

 



Articoli collegati
Ago 17

Commettere degli errori e reagire

Tutti commettiamo errori e tutti abbiamo problemi. Nessuno è esonerato. Aspettati i problemi. Va bene avere problemi, solo non crogiolarti dentro
Se hai commesso un errore, non perdere tempo a flagellarti. Assumersi la responsabilità non significa continuare a ripeterti quanto sei stupido. Renditi conto invece che hai fatto certe scelte, che ti hanno portato a essere dove sei ora.

Tutto quello che devi fare è esaminare quelle scelte e farne di nuove per trovarti da qualche altra parte…
Alla fine della giornata, se hai sorriso più di quanto ti sei accigliato, se hai riso più di quanto hai pianto, se hai detto alla tua famiglia e ai tuoi amici che li ami, se ti sei divertito parecchio facendo quello che fai per vivere, allora è stata una buona giornata.

Vai a letto e ringrazia!

Di Larry Winget, da Sta’ Zitto, Smettila di Lamentarti e Datti una Mossa!

 

Sta' Zitto, Smettila di Lamentarti e Datti una Mossa! Sta’ Zitto, Smettila di Lamentarti e Datti una Mossa! 

 

Larry Winget

 

 

Compralo su il Giardino dei Libri

 

 



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

I nostri consigli per la lettura

The China Study - Le Ricette

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Il Programma Mindfulness

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Programma Mindfulness

Ho Imparato a Ridere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ho Imparato a Ridere

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Parole per Crescere Tuo Figlio