Apr 20

Respiro dopo Respiro: una storia vera

“Amo troppo la vita e tutto ciò che mi ha dato,
ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse.
Con il tempo sono arrivata persino ad amare le cicatrici
che punteggiano il mio corpo, a trovarne un significato.
Molti pensano che la malattia, una come la mia specialmente,
sia sintomo di tristezza e rassegnazione.
Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario…”
Caterina

Caterina Simonsen è una giovane ragazza brasiliana trapiantata a Padova colpita da alcune malattie genetiche rare fra cui il “deficit di Alfa1AT“. La sua storia  in molti la conoscete molto bene, di lei si è parlato sui giornali, in televisione, su Internet.
Un giorno, nel dicembre 2013 Caterina ha con coraggio pubblicato sul web un messaggio. Nelle immagini si vedeva lei con il sorriso nascosto dai tubi che le permettono di respirare. In mano teneva un cartello con un testo scritto con i pennarelli:
“Io, Caterina S., ho 25 anni grazie alla vera ricerca, che include la sperimentazione animale.
Senza la vera ricerca sarei morta a 9 anni”
.

Neanche a dirlo com la sua presa di posizione abbia immediatamente suscitato commenti irripetibili da parte degli animalisti.
Ma dopo un’iniziale spavento, del caos scatenato, Caterina non si è arresa neppure a contestazioni così violente. Anzi, con la sua forte tenacia che da sempre la contraddistingue, ha continuato a spiegare la sua storia, a esporre le sue ragioni.
Ora Caterina ci racconta la sua vita e la sua malattia in un libro. Si intitola Respiro dopo respiro.

Chi mi attacca sostiene che mi strumentalizzino, che sia una marionetta in mano a qualcuno di molto più grande. Come se il fatto di essere malata mi rendesse per forza di cose fragile, malleabile, priva di cervello e forza di volontà. Per difendermi mi rinchiudo nel mio guscio. Non guardo la tv e tengo spesso i telefono spento. Anche perché al di là delle parole, la malattia non dà tregua.

Ho una strana sensazione, la chiamo “fiato sul collo”. L’impressione che il momento stia arrivando, che da un giorno all’altro possa finire ogni cosa, e allor chi e se ne importa della ricerca, dei nazianimalisti e di tutto il resto.

Ci sono attimi in cui mi scoraggio, perdo la speranza, la voglia di dirmi “Ancora, forza, vai avanti”. Attimi, durante i quali la parola “domani” scompare dal mio vocabolario. [...]

È anche per questa capacità di guardare in faccia le cose, di non spaventarsi neppure di fronte alla prospettiva più dura, che Caterina è diventata un simbolo. Contro tutto, Caterina va avanti.

Come hanno affermato Massimo Gramellini e Daria Bignardi
Bisogna guardare la vita con gli occhi di Caterina
“Grazie per averci insegnato a vivere respiro dopo respiro.”

Una domanda però può sorgere spontanea a molti:
Come si fa a vivere attaccati ad un respiratore, a superare grave crisi e ad avere ancora voglia di vivere?
Sinceramente non so rispondere a questa domanda ma, dal libro di Caterina, possiamo trarne un grande insegnamento. Le persone con patologie, anche serie, hanno qualcosa in più. Hanno una bellezza, una voglia di combattere e di stupire che nessun altro ha e che nessun altro riesce a spiegare.
Il sorriso che si vede sempre stampato nello sguardo e negli occhi di Caterina dimostrano proprio questo: la voglia di vivere e di continuare a lottare.
Il libro, infatti, non parla solamente di malattia e di cure, parla di vita “normale”, vita “di tutti i giorni” che Caterina vuole affrontare, sempre e comunque.
Respiro dopo respiro è un libro che ti fa vivere l’istante e perfino l’importanza dell’aria che respiri.
Non è una storia che racconta tristezza e rassegnazione. No! Questo libro è tutto il contrario.. pagina dopo pagina senti che ti tocca l’anima, che ti arriva al cuore, e che ti scuote dentro per una nuova consapevolezza di vivere.

Buona lettura

Respiro dopo Respiro - Caterina Simonsen Respiro dopo Respiro

La mia storia

Caterina Simonsen

Compralo su il Giardino dei Libri

Quando stai tanto male, quando ti capita spesso di sentirti come un pesce che boccheggia sulla spiaggia, a volte avresti voglia di mollare, di alzare le mani e dire: «Okay, mi arrendo». Troppa fatica, troppo dolore. Che se una cosa ce l’hai, tipo la vita, devi poterla usare, altrimenti che senso ha? E quando sei malata, malata per davvero, sei come i bambini poveri davanti alla pasticceria. Tanto vale che rinunci, che smetti di alitare sui vetri. Di sognare una vita che non afferrerai mai davvero.

Poi, però, basta una parola, uno sguardo, una carezza. Un messaggio su Facebook o un sms hanno il potere di ribaltare il mondo. Ti rimettono al tuo posto, ti ricollocano sullo sfondo. Capisci che non sei sola, che sei come una tesserina del domino e la tua vitacondiziona quella degli altri. Che se cadi tu lo fanno anche loro. La tua famiglia, i tuoi amici, il tuo fidanzato. Tutte le persone che ti hanno voluto bene o si sono prese cura di te.E non vuoi farlo, non puoi farglielo.

E poi ci sei tu. Va bene che stai male e sei stanca e tutto il resto, ma come la metti con la vita? Voglio dire, come fai? Ti siedi sul ciglio della strada e ci rinunci? Io, Caterina Simonsen? Impossibile. Amo troppo la vita e tutto ciò che mi ha dato. Ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse. Con il tempo sono arrivata persino ad amare le cicatrici che punteggiano il mio corpo, a trovarne un significato.

Molti pensano che la malattia, una come la mia specialmente, sia sintomo di tristezza e rassegnazione. Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario.



Articoli collegati
Gen 13

La Cucina Etica Regionale: la vera cucina italiana Vegan

Ma perchè il bisogno di diminuire la quota di proteine animali sta diventando così necessario?

Nives Arosio è diventata vegetariana a 15 anni e vegana a 23.
Una vera amante della cucina e degli animali, prepara le sue ricette per la famiglia e per gli amici. Vive tra il Piemonte e la Toscana, quando non viaggia con marito e figlia di 3 anni (vegani come lei) verso la sua patria adottiva: l’India.

Molti studi medici ci stanno indicando sempre più come i grassi animali siano dannosi, a lungo andare, per l’organismo umano, a differenza dei prodotti che possiamo trovare nell’orto, o dei cereali e dei legumi.

“noi italiani andiamo particolarmente fieri della dieta mediterranea, recentemente riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’umanità […] “Adattare” e “aggiornare” mi sono sembrate due azioni necessarie per creare una cucina radicata nella tradizione e nello stesso tempo capace di affrontare le sfide di un mondo sostenibile, e quindi etico, di mangiare e vivere con gli altri.”

Ebbene sì, noi italiano famosi in tutto il mondo per la buona cucina, potremmo essere restii ad una scelta come quella fatta da Nives, invece grazie alla sua esperienza e alla sua passione per la cucina ci vengono riproposte le ricette più famose di ogni regione, rielaborate per tutti coloro che seguono un’alimentazione vegana o stanno pensando di avvicinarsi a questa sana cucina.

Gustose ricette come la casoeüla lombarda e il timballo di maccheroni campano; dallo strudel trentino ai cannoli siciliani. Tutti i piatti non contengono ingredienti di origine animale e sono adatti a qualsiasi occasione, dalla più informale alla più celebrativa.

Il libro “La cucina etica regionale” ha un ampio capitolo introduttivo, in cui si toccano i principali tipi di pasta e riso, le varietà di legumi, frutta secca, erbe e spezie, spendendo qualche parola in più sugli alimenti sostitutivi come il tofu, il seitan etc.
Oltre alle ricette, troverete anche le foto dei piatti, cucinati dall’autrice stessa e delle versioni “crudiste”, ovvero senza cottura, per conservare la ricchezza nutritiva degli alimenti.

Per ogni ricetta troverete gli ingredienti, le modalità di preparazione, le indicazioni sulla facilità o meno della preparazione, la stagionalità e una breve spiegazione del piatto stesso. Sono più di le trenta preparazioni di base e trecentosessantacinque le ricette proposte in questo volume (molto curato, tra l’altro, anche dal punto di vista grafico): una vera e propria miniera.

Come afferma l’autrice – siate aperti e ricettivi, sinceri con voi stessi. La scelta vegan non può essere imposta, ognuno ci deve arrivare con una maturazione interiore che per ognuno di noi è differente.
Un giorno potrebbe accadere a chiunque di avere un pensiero, di assistere ad una scena, di sentire una frase che illumina. Ecco, solo questo: se accade aprite le braccia ed il cuore e lasciate che questa sensazione penetri spontaneamente dentro di voi, senza timori.
Vivere nella verità ed essere coerenti, senza tapparsi occhi e orecchie per comodo, anche se a volte può sembrare difficoltoso. Credo che questo sia fondamentale.

Buona lettura e buona cucina!

La Cucina etica regionale - Nives Arosio La Cucina Etica RegionaleLa vera cucina italiana veganNives Arosio

Compralo su il Giardino dei Libri

365 ricette della cucina italianariscoperte o aggiornate in chiave vegan, che sono un omaggio alla nostra tradizione mediterranea: per riscoprire una cucina legata alle origini e alle stagioni, capace nello stesso tempo di affrontare le sfide di una scelta etica, e che non ha nulla da invidiare ai piatti più classici che siamo soliti vedere in tavola.



Articoli collegati
Set 18

Meglio Crudro!

Ogni giorno mangiamo, e se qualcuno ci chiede cosa, talvolta nemmeno ce lo ricordiamo..
Guidati dall’abitudine, dal gusto momentaneo o da “leggi” che ci hanno insegnato da bambini “perchè fa bene“, “ti fa diventare forte e grande“, non pensiamo mai a mettere in discussione le nostre abitudini alimentari, indipendentemente che queste corrispondano a verità o meno.

Rosanna Gosamano, ci invita e ci guida a rivalutare tutte quelle credenze che abbiamo acquisito fin’ora in modo passivo, sull’alimentazione, e scoprire finalmente che cosa ci fa bene e cosa no.
Se ci guardiamo attorno, oramai sono sempre di più le persone che si avvicinano all’alimentazione vegana, qualcuno lo farà anche per seguire una moda, ma i più lo fanno perchè hanno visto, come me, il corpo migliorare, stare meglio.

Con il libro “Meglio Crudo”, Rosanna Gosamo, che in prima persona segue da anni un’alimentazione crudista e non di origine animale, ci illustra pagina dopo pagina, e ci porta alla scoperta dei perchè l’alimentazione cruda e vegana sia il meglio che si possa offrire al proprio corpo.
Pensate un attimo a quante volte abbiamo sentito dire dalle nostre mamme o nonne che, una volta cotto, il cibo perde molte delle sue proprietà, enzimi e sostanze nutritive.

Impariamo che il calore modifica la struttura molecolare del cibo, denaturandolo e rendendolo più difficile da elaborare per l’organismo.

“Assumere in continuazione alimenti cotti produce talmente tante scorie che gli organi di eliminazione (fegato, reni, polmoni, pelle) non riescono a compiere il loro lavoro in maniera aduguata.
Si instaura, perciò, un processo di accumulo che provoca un generale stato di intossicazione dell’organismo che, col tempo, può sfociare nella malattia.”

Vuoi scoprire l’alimentazione crudista, naturale e vegana?
Vuoi rimettere per davvero in forma il tuo corpo?
Vuoi ritrovare la salute e il benessere in ogni cellula?
Se vuoi scoprire qualcosa che la pubblicità non ti dirà mai..
Se stai iniziando a chiederti cosa puoi fare per restare in forma o per ritrovarla..
Se vuoi dimenticarti quei fastidiosi disturbi..
..questa guida è per te, è un buon punto di partenza e un comodo strumento per scoprire un intero mondo di colori, profumi e sapori dei cibi così come ci vengono offerti dalla natura.

“La via del consumo di frutta, verdura e semi crudi è una strada verso la salute, garantita dall’introduzione di alimenti prodotti su misura per l’uomo dalla natura stessa.”

Il libro è strutturato in tre parti:
Quello che devi sapere e conoscere di questa alimentazione,
Quello che puoi fare con una ricca sezione di ricette, comprese quelle di transizione e
Quello che ti può aiutare che comprende una serie di pratiche ed esercizi per aiutare l’organismo al benessere e alla disintossicazione.

Ogni sezione è un nuovo passo in avanti verso una maggiore consapevolezza su come funziona il nostro organismo il percorso di cambiamento dello stile alimentare è graduale, per passare a frutta, verdura e semi crudi.
Come detto, sono ben oltre 70 ricette proposte che ci guidano la fase di transizione verso il crudismo e che introducono la cucina crudista vera e propria con proposte alimentari adatte a tutti.

“Per tutti coloro che vogliono restare in forma, ritrovarla o dimenticare fastidiosi disturbi di salute.
Agli onnivori che iniziano a sentire un ‘rimescolio’ interno, ma continuano a mangiare come prima perché ‘si fa così’.
Ai vegetariani che abbondano in latticini e dolciumi.
Ai vegani che esagerano con il glutine e consumano solo sporadicamente verdura e frutta crude.
A chi vuole diventare crudista ma non sa come cominciare.”

Ora la scelta resta te, cosa scegli di mangiare oggi?
Meglio crudo?!

Buona lettura, con una sana alimentazione.

Meglio Crudo Rosanna Gosamo Meglio Crudo

Scopri l’alimentazione crudista e naturale, per essere in forma e in salute

 

Rosanna Gosamo

 

Compralo su il Giardino dei Libri



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

I nostri consigli per la lettura

The China Study - Le Ricette

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Il Programma Mindfulness

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Programma Mindfulness

Ho Imparato a Ridere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ho Imparato a Ridere

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Parole per Crescere Tuo Figlio