Set 22

Se hai paura e cerchi protezione

Dico sul serio: il mondo è un posto sicuro al cento per cento, solo che ci sembra pericoloso per via delle forme-pensiero di paura che agiscono come il riflesso delle preoccupazioni o timori che abbiamo a livello mentale.
Visto che a volte il pensiero ci porta a creare cose che non esistono, gli angeli vegliano su di noi e ci proteggono.[..]

Uno splendido modo per assicurare protezione e sicurezza alla propria casa e ai propri effetti personali consiste nel circondarli di “luce bianca”, un’energia celeste dotata di una propria intelligenza e forza vitale. Circondare se stessi o i propri beni di luce bianca equivale a erigere un muro protettivo tutt’intorno.

Se qualche malintenzionato si avvicina a te o a un oggetto avvolto dalla luce bianca, diventa innocuo e sente di dovervi lasciare in pace, pur senza spiegarsi il perché; in altri casi invece le tue cose potrebbero passare inosservate, come se la luce bianca li rendesse invisibili agli occhi dei malintenzionati.
Circondare di luce bianca te stesso, i tuoi cari e gli oggetti è semplicissimo. Chiudi gli occhi, visualizza la luce bianca disegnarne il profilo, poi immagina come apparirebbero se fossero racchiusi in un guscio di luce bianca dalla testa ai piedi: una volta che il tuo occhio mentale ha creato questa immagine il gioco è fatto!

Se la paura di possibili furti o incendi ti tiene sveglio la notte, chiedi aiuto agli angeli e tornerai a dormire profondamente.
Per prima cosa devi visualizzare la tua casa protetta da un muro di luce bianca, poi immagina un angelo custode appostato accanto a ogni porta e finestra: vedrai che tornerai a dormire come un sasso grazie alla luce bianca e agli angeli custodi che vegliano su di te e sulla tua casa.
Puoi circondare di luce bianca anche i tuoi figli e i tuoi cari per proteggerli spiritualmente. Per quanto mi riguarda non mi dispiace circondare di luce bianca la macchina o l’aereo in cui viaggio e spesso invoco una seconda schiera di angeli per scortare e proteggere la mia auto.
Ti consiglio inoltre di circondarti di luce bianca ogniqualvolta entri in un posto pervaso di negatività o pensieri triviali.

Tratto da: Guarire con gli Angeli

Guarire con gli Angeli Doreen Virtue Guarire con gli Angeli

 

Come ottenere l’assistenza delle Creature Celesti nei momenti più difficili della nostra vita

 

Doreen Virtue

Compralo su il Giardino dei Libri

Gli angeli possono aiutarti a guarire la tua vita: chiedi il loro supporto e saranno felici di accorrere in tuo aiuto. Scopri come guarire il passato con l’aiuto degli angeli. Se ti affidi a loro, puoi migliorare ogni ambito della tua vita attuale e futura.

Questo libro contiene esercizi pratici, affermazioni angeliche e tutte le sequenze numeriche degli Angeli.

Non è frutto della tua immaginazione. Gli angeli vivono con noi, oggi più che mai. Sempre più persone raccontano di incontri con queste creature celesti, durante i quali gli angeli trasmettono messaggi precisi e donano rimedi o strumenti per salvare la vita di qualcuno. Mentre attraversiamo il nuovo millennio gli angeli ci aiutano ad affrontare le sfide e i mali che ci impediscono di vivere al massimo delle nostre potenzialità.

Gli angeli sono qui per insegnarci che l’amore è in grado di dare una risposta a tutte le domande e alle problematiche che ci troviamo ad affrontare. Sono qui per guarirci dalla paura e dalle sue conseguenze.

Gli angeli sono guaritori estremamente efficaci, con cui puoi collaborare per accelerare il processo di guarigione e risanamento globale. Più invitiamo gli angeli a entrare nella nostra vita, più facilmente la nostra vita risplenderà di luce divina. Il potere di guarigione degli angeli non ha limiti. Gli angeli possono aiutarci a riprenderci da una relazione, dai problemi di lavoro, dalle preoccupazioni economiche o domestiche, e a superare qualsiasi ostacolo incontriamo sulla nostra strada.



Articoli collegati
Set 12

Meditazione per dissolvere i problemi

Nella luce del silenzio tutti i problemi si dissolvono.

Questa luce non nasce dall’antico movimento del pensiero. E non nasce neppure dalla conoscenza autorilevante.
Non è accesa dal tempo o da un’azione della volontà. Sorge nella meditazione.

La meditazione non è un affare privato, non è una ricerca personale del piacere; il piacere tende sempre a separare e dividere.
Nella meditazione la linea divisoria tra te e me scompare; in essa la luce del silenzio distrugge la conoscenza del me. Il me può essere studiato all’infinito perché varia di giorno in giorno ma il suo raggio è sempre limitato, per quanto esteso sia ritenuto
Il silenzio è libertà, e la libertà viene con la finalità dell’ordine assoluto.

La mente meditativa è silenziosa.
Non è il silenzio concepibile dal pensiero; non è il silenzio di una sera tranquilla; è il silenzio che sorge quando il pensiero – con tutte le sue immagini, le sue parole e le sue percezioni – è interamente cessato.
Questa mente meditativa è la mente religiosa – la religione senza chiese, senza templi senza canti. La mente religiosa è l’esplosione dell’amore.

E’ questo amore che non conosce separazione.
Per lui il lontano è vicino. Non è l’uno o i molti, ma piuttosto quello stato d’amore in cui ogni divisione cessa.
Jasmuheen

Un breve Meditazione:

Lascia da parte tutte le preoccupazioni, le tensioni. Siediti sul pavimento a gambe incrociate, in posizione comoda, cercando di mantenere la schiena ben eretta;

se preferisci siedi su una sedia, mantenendo sempre la spina dorsale ben eretta;

chiudi gli occhi, tienili immobili e rilassati sotto le palpebre;

una volta che il tuo corpo è sistemato in modo comodo e privo di tensioni inizia ad ascoltare i rumori che giungono da lontano, dall’esterno rispetto alla stanza in cui ti trovi. Fissa la tua attenzione su di essi;

ascolta i suoni, così, senza fretta né obiettivi, per alcuni minuti;

ora restringi il campo di percezione della coscienza alla dimensione della stanza;
non aprire gli occhi, ma cerca di percepire le pareti, il soffitto, il pavimento, gli oggetti presenti vicini;

ora focalizza la tua attenzione su te stesso. Percepisci te stesso, seduto in meditazione, il tuo corpo, la tua esistenza fisica;

deconcentrati e lasciati pervadere dalla calma e dalla serenità;

noterai adesso che il respiro si è fatto più lento, ma al tempo stesso anche più evidente;

ora, con dolcezza, convoglia l’attenzione sul tuo respiro. La tua attenzione è rivolta completamente ad esso;

sei perfettamente cosciente del tuo essere, nel presente, nel qui ed ora;

quello che stai sperimentando è uno stato di coscienza, uno stato dell’essere. Hai preso dimora nella tua coscienza e ci resterai, con naturalezza e piacere, fino a che ti sarà possibile;

se qualche pensiero si presenta, osservalo pure; ma da lontano, non lasciarti coinvolgere;

allenati al distacco, guarda la tua mente dall’esterno, non farti coinvolgere dalle emozioni. Devitalizza i pensieri semplicemente spogliandoli del loro aspetto emotivo. In questo modo rimarranno utili nella tua memoria solo come una esperienza; non ti disturberanno più;

quando decidi di terminare la meditazione devi farlo gradualmente, compiendo il percorso opposto rispetto all’inizio, muovendo con calma la concentrazione dal centro del tuo essere alla periferia, fino a che non riprenderai coscienza del tuo corpo fisico e dei suoni che ti giungono dall’esterno.

sciogli la posizione lentamente, senza fretta;

Buona meditazione e buona Vita!

Meditazioni di Pace con Jasmuheen - DVD Meditazioni di Pace con Jasmuheen – DVD

E’ tempo di rinascere – Videocorso

Jasmuheen

Compralo su il Giardino dei Libri

Jasmuheen ti guida con semplicità in una serie di meditazioni pratiche ed evolutive per aprirti le porte dell’Amore e del sentiero di Grazia. Una preparazione essenziale al prossimo cambiamento planetario e all’allineamento dei tuoi più profondi aneliti: guardando e seguendo queste meditazioni diventerai parte attiva e cosciente della tua stessa trasformazione in vari ambiti della tua vita.

La Terra sta rinascendo ad una nuova dimensione dell’essere e questo DVD può condurti alla tua rinascita interiore, donandoti l’occasione preziosa di conoscere il messaggio di consapevolezza e di Luce di una delle più grandi insegnanti spirituali.



Articoli collegati
Set 08

Suoera i malumori

Non è facile definire i malumori, le “lune“; ma voi sapete cosa sono.

Quando “avete la luna“, il vostro comportamento non è naturale; non siete la persona che dovreste essere.
In conclusione, vi sentite in uno stato abominevole.
E quanto è sciocco essere infelici per colpa di cio che voi stessi fate! L’infelicità non piace a nessuno.

Perché non analizzarvi la prossima volta che “avrete la luna”?
Vedrete allora in che modo vi rendete volontariamente infelici; e mentre lo fate, altri, intorno a voi, avvertono il vostro sgradevole umore. Dovunque andiate, vi tradite senza parlare, perché il vostro stato d’animo porta le sue vibrazioni ai vostri occhi, e chiunque vi guardi è consapevole della negatività ch’essi registrano.

Vedendo i sentimenti oscuri riflessi nei vostri occhi, gli altri si sentono respinti; vogliono stare lontani da quelle vibrazioni che mettono a disagio. Dovete togliere il cattivo umore dal vostro specchio mentale prima di poterne togliere il riflesso dai vostri occhi.

Noi viviamo in una vetrina

In questo mondo voi vivete in una vetrina, e tutti gli altri vi guardano.
Non potete assumere pose artificiose; dovete vivere una vita naturale. E allora perché non comportarvi in modo che gli altri possano prendervi come modello? Perché non dovrebbero vedere la gioia nel vostro volto?
Tutte le vostre buone qualità vengono nascoste, dentro di voi, dal vostro umor nero.

Come gli altri osservano la vostra condotta, così voi studiate la loro.

Poiché osservate quelli che vi circondano, tendete a fare confronti e cadete in preda ai malumori. Oppure divenite tristi per le infinite difficoltà che si incontrano in questo mondo. Le “lune” sono spesso il risultato di influenze ambientali. Ognuno di noi viene influenzato, in modo diverso, dal mondo che ci circonda. Ma voi non dovete permettere a voi stessi di indulgere nel cattivo umore causato da condizioni esterne.

Perché dovreste addossarvi gli effetti prodotti dal vostro ambiente?
Alcuni ricorrono alla depressione nel tentativo di evitare qualche problema.

Ma la depressione non è una via di scampo, né una valvola di sicurezza per le emozioni.
Ogni tanto, è naturale cadere nel malumore, ma non perseverate in esso!

Ogni tipo di irritabilità ha una causa specifica che giace nella vostra mente stessa.
Per eliminare un cattivo umore dovete rimuoverne la causa.

Ogni giorno si dovrebbe fare un’introspezione per capire la natura del proprio umore e per vedere come correggerlo, se è dannoso. Può darsi che vi troviate in uno stato d’animo d’indifferenza. Nulla vi interessa qualsiasi cosa vi si suggerisca. E’ allora necessario fare uno sforzo cosciente per creare qualche interesse positivo. Guardatevi dall’indifferenza; essa ossifica il vostro progresso nella vita paralizzando la vostra volontà.

Può darsi che il vostro malumore sia causato dal fatto che vi sentite scoraggiati per una malattia, per la sensazione che non riacquisterete mai più la salute. Dovete allora cercare di applicare le leggi del giusto vivere che portano a condurre una vita sana, attiva e morale, e dovete pregare per aver maggiore fede nel potere risanante divino.

Supponete, invece, che il vostro malumore provenga dalla convinzione che siete un fallito e che non potrete mai avere successo in alcuna cosa.

Analizzate il problema e osservate se avete realmente fatto ogni sforzo possibile per riuscire.

I malumori fanno presa su una mente vuota

Pensare creativamente è il migliore antidoto contro i malumori.
Questi stati d’animo fanno presa sulla vostra coscienza, quando siete in uno stato mentale negativo, o passivo. Il momento in cui la vostra mente è vuota è proprio quello in cui vi “viene la luna”…
Perciò sviluppate il pensiero creativo. Ogni volta che non siete attivi sul piano fisico, fate qualcosa di creativo nella vostra mente. Mantenetela così occupata da non avere il tempo per darvi ai malumori.

Pensare creativamente è meraviglioso; è come vivere in un altro mondo. Tutti dovrebbero sviluppare questa facoltà. …
Quando pensate creativamente, non sentite né il corpo, né le “lune”, vi mettete in sintonia con lo Spirito. …
Pensando creativamente noi distruggiamo tali stati d’animo e in questo modo troveremo le risposte a tutti i nostri problemi e a quelli altrui.

I cattivi umori sono come un cancro: corrodono la pace dell’anima.

Ecco perché l’uomo soggetto ai cambiamenti di umore non riesce a liberarsi dei suoi guai.
Ricordate: per quanto ogni cosa possa esservi andata male, non avete il diritto d’essere di malumore. Nella vostra mente potete essere vincitore. L’uomo soggetto a cambiamenti di umore, quando è vinto, ammette la sconfitta; ma l’uomo la cui mente rimane invitta, sia pure il mondo ridotto in cenere ai suoi piedi, è sempre il vincitore.

Volete essere un prigioniero, o un conquistatore?
Legandovi così strettamente ai vostri stati d’animo, vi rendete incapace di continuare la battaglia della vita. Non appena permettete ad essi di avviluppare la vostra mente, la volontà vi si paralizza. I diversi cambiamenti di umore annebbiano il cervello, sminuendo la facoltà di giudizio, cosicché i vostri sforzi vengono sprecati.

Gli stati d’animo negativi sono i freni sulle ruote del vostro progresso.

Voi potete vincere i vostri malumori, per quanto terribili vi possano sembrare. Dovete prendere la decisione di non cedere mai più a qualche stato d’animo negativo; e se esso vi assale malgrado la vostra determinazione, analizzatene la causa e fate qualcosa di costruttivo per eliminarla.

Non continuate a fare le cose in uno stato d’indifferenza, se questo è il vostro atteggiamento, perché l’indifferenza è il peggiore di tutti gli stati d’animo.

Liberatevi da questi stati mentali distruttivi. Essi sono, in realtà, i freni sulle ruote del vostro progresso. Finché non li rimuovete, non potete avanzare.

Un ragazzo intelligente non si prende la briga di lavorare su problemi semplici; egli gode a sfidare quelli difficili. … Pensate a un problema in modo costruttivo finché non riuscite più a pensare. Quando sto risolvendo un problema, vado fino all’ennesima potenza per coprire tutte le possibilità che portino alla soluzione, finché, onestamente, posso dire: “Ho fatto del mio meglio, e questo è tutto ciò che posso fare”. Poi lo dimentico.

Una persona che conserva nella propria coscienza la preoccupazione per un problema diviene “lunatica”. Evitatelo. Quando si presenta un problema, invece di soffermarvi su di esso pensate ad ogni possibile via d’azione per liberarvene. Se siete incapaci di pensare, paragonate il vostro guaio specifico a quelli, simili, di altre persone, e imparate dalle loro esperienze a discernere quali vie portano al fallimento e quali conducono al successo.

Scegliete le misure che sembrano logiche e pratiche, e poi datevi da fare per porle in atto.

L’intera biblioteca dell’universo è nascosta dentro di voi. Tutte le cose che volete sapere sono dentro di voi. Per portarle alla luce, pensate in modo creativo.

Tratto da: L’eterna ricerca dell’uomo di Paramahansa Yogananda

L'eterna ricerca dell'uomo L’eterna ricerca dell’uomo 

Paramahansa Yogananda

Compralo su il Giardino dei Libri



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

I nostri consigli per la lettura

The China Study - Le Ricette

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Il Programma Mindfulness

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Programma Mindfulness

Ho Imparato a Ridere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ho Imparato a Ridere

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Parole per Crescere Tuo Figlio