Apr 20

Genitori in gioco

“Quando si gioca, si apre il cuore, col cuore si vede e si apprendono le cose essenziali della vita”
il Piccolo Principe

Quando a metterci in gioco e ad aprire il nostro cuore siamo noi adulti, genitori, questo non può che portare un arricchimento prima a noi stessi e quindi ai nostri figli. Dopo una lunga giornata di lavoro e stress vario che possiamo incontrare durante la giornata ci portano alla grande tentazione di affidare, al nostro rientro a casa, i bambini alla televisione o ad un nuovo giocattolo, specialmente se entrambi i genitori lavorano.. non dovete sentirvi in colpa, anche voi avete il naturale bisogno di ricaricare le batterie, purchè le soluzioni di comodo non diventino le uniche ;)

Eppure, sappiamo quanto un rapporto diretto con i figli, anche nel momento del gioco è davvero fondamentale; ogni momento trascorso insieme è un’occasione speciale per conoscersi di più e rinforzare il legame affettivo.
Ecco un libro che ci viene in aiuto e ci spiega cosa fare in quelle giornate o anche serate che sembrano interminabili, Genitori in gioco di Alessandra Zermoglio, mamma di Martina, che ha raccolto, grazie alle sue esperienze di gioco con la sua bimba, ben 240 attività manuale, fisiche e intellettuali.
Queste sono suddivise in pratiche schede con le indicazioni di fascia di età e tipologia, adatte per tutti i bambini dalla nascita ai 6 anni, da svolgere da soli o con i compagni, in casa o anche all’aperto;

Mi piace molto lo scopo profondo di questo libro, e spero possa essere un nuovo stimolo per tutti, perché i figli crescono a una velocità sorprendente che talvolta sembra non rendersene conto… e nel giro di pochi anni ci si potrebbe pentire di aver lasciato i bambini davanti al televisore o al computer, rinunciando a un rapporto diretto che, oltre a far crescere meglio i figli, appaga enormemente i genitori per il legame forte di complicità che si viene a creare.

“Siate pronti ad improvvisare e sostituire dei vuoti divieti,
che alimenterebbero solo il capriccio,
con delle valide alternative altrettanto stimolanti.”

Come dice Alessandra Zermoglio – Giocare è anche sedersi a un tavolo e disegnare insieme, cucinare un budino, inzuppare i biscotti per la torta, insomma fare qualche cosa insieme che in fondo è il gioco preferito dei nostri figli.
Per te mamma, per te papà, sempre di corsa e presi dai ritmi frenetici della vita quotidiana, una guida pratica per sfruttare al meglio il tempo che dedicate ai vostri figli…in modo divertente.
Infine un ultimissimo suggerimento che troverete anche nel libro..
provate, sperimentate con vostro figlio, osate pure,
ma sopratutto non dimenticatevi che state giocando con lui
:)

Genitori in Gioco (eBook) Alessandra Zermoglio Genitori in Gioco (eBook)

 

240 attività per crescere con i bambini da 0 a 6 anni senza la Tv

Alessandra Zermoglio

 

Compralo su il Giardino dei Libri

I bambini nascono e crescono a una velocità sorprendente. I ritmi frenetici della vita moderna, però, spesso impediscono a mamma e papà, specie se impegnati con il lavoro, di prendere parte ai giochi dei figli piccoli: costretti a lasciarli in compagnia della «baby-sitter» televisione o con giocattoli e videogiochi già pronti, che lasciano poco spazio alla creatività, rischiano di sentirsi inadeguati e smarriti.

Per venire incontro alle esigenze di tutti quei genitori con sempre più impegni e sempre meno tempo libero a disposizione, ma che desiderano essere presenti con costanza e amore nel prezioso e irripetibile periodo della crescita dei figli, questa guida propone una ricca raccolta di attività ludico-didattiche da organizzare in famiglia, tutte ideate e sperimentate in prima persona dalla mamma/autrice: dai giochi all’aperto ai lavoretti di Natale, dal disegno alla manipolazione dei materiali, dall’invenzione di storie agli sport più classici rivisitati «a misura di bambino»…



Articoli collegati
Gen 09

Che parole bisogna dire per dare gioia?

Che Parole?
Che parole bisogna dire per dare gioia?
Che parole bisogna dire per dare felicità?

Bisogna dire amicizia? Bisogna dire concordia?
Bisogna dire anche libertà? O bisogna prenderti la mano?

Che parole bisogna dire per dare Amore?
Che parole bisogna dire per dare tenerezza?
Bisogna dire ti amo? Bisogna dire sempre?
Bisogna dire anche bambini? O bisogna prenderti la mano?
Che parole bisogna dire? Che parole?
E se non dico niente, se taccio?

Se ti guardo semplicemente
E se ti sorrido
Allora la mia mano prenderà da sola la tua
E tu sentirai queste parole
Nel mio silenzio

di Blandine, 19 anni, morta di un cancro osseo

La Terapia del Sorriso La Terapia del Sorriso

 

Osservare, Comprendere, dare spazio alle Emozioni

 

Silvia Pepe

Compralo su il Giardino dei Libri

 

La Terapia del Sorriso è un nuovo linguaggio nato per comunicare (in particolare con i bambini) attraverso le emozioni e un mezzo per riequilibrarle, suddiviso in due parti: l’Animazione Emozionale e l’Animazione Terapeutica.

Si tratta di due tecniche messe a punto osservando i bisogni delle persone al di là delle cure mediche rivolte al corpo fisico o alla mente, per aiutare il paziente ad essere consapevole della sua forza interiore stimolandone la guarigione.

Tutto questo è stato sperimentato a livello clinico: il libro si propone dunque come prima divulgazione e come indicazione generale per gli operatori sanitari, in primis, e per gli educatori, gli insegnanti e i genitori.



Articoli collegati
Dic 20

Non importa cosa trovi sotto l’albero, ma chi trovi intorno

 

Il Natale è la festa della famiglia,
il giorno dell’anno che i bambini attendono
con maggiore trepidazione e quello in cui,
in fondo, ci sentiamo tutti più buoni.
È il momento dei regali, del presepe,
delle tavole imbandite,
dei panettoni e dei brindisi.
Si sta insieme, si sorride,
ci si scambiano abbracci e auguri.
Certo, ma siamo davvero sereni all’idea di affrontarlo?

 

 

Il Natale ormai è alle porte, la tradizione vuole che ci si ritrovi con i parenti perché la cosa più speciale del Natale è incontrare le persone che per ognuno di noi sono speciali.
Se è facile unirsi, altrettanto facile è entrare in disaccordo, e mantenere la calma a volte diventa una vera impresa.
A volte non è tutto proprio così idilliaco…
A volte anche nelle famiglie più unite si consumano tensioni e conflitti fino a quel momento rimasti sommersi.

Solo il pensiero che il prossimo Natale sia così vicino ti fa venire l’ansia?
Stai cercando scuse disperate per evitare lunghi pranzi di natale?

Una soluzione divertente e facile per migliorarti la vita la trovi nel nuovo libro di GoffmanSopravvivere al Natale con l’Intelligenza Emotiva.
Autocontrollo, empatia, ed ascolto ti permetteranno di vivere ed affrontare quelli che ricordi essere sfibranti momenti di litigi con chi ti sta vicino.
L’autore ha constatato che proprio questa ricorrenza, troppo spesso si trasforma da festa ad un’occasione di stress emotivo e fisico; ecco che questo libro sarà per te un compagno di viaggio, una semplice guida per vivere in modo diverso il prossimo Natale.

In questi giorni di festa ci sarebbe davvero molto da dire, ma devi ritrovare in te uno dei motivi che rendono così affascinante e magico questo periodo.
Cerca di essere positivamente predisposto nei confronti delle altre persone, è un atteggiamento che si respira nell’aria, indipendentemente dal significato religioso.

Crea delle magie, crea la magia di ritrovarti a ridere e scherzare con i famigliari che vedi poco o un conoscente che incontri per strada.
Ogni volta che ciò succede non puoi non pensare a come questi momenti possano essere alla nostra portata ogni giorno.
Ti auguro di portare un po’ di questa magia dentro di te. Sempre.

Penso che gli auguri più sinceri ed emozionanti che riceviamo a Natale sono quelli inaspettati.
Sono proprio quegli auguri che arrivano da persone che molte volte per orgoglio ci hanno allontano o abbiamo allontanato.
Sono questi gli auguri ricchi di bontà d’animo e sincerità nel gesto, sono auguri fatti con il cuore.
Se in questi giorni, qualcuno che non senti da tempo ti invierà un messaggio di serenità non avere dubbi sul gesto, perché se lo fai rinuncerai alla più grande cosa che nessuno potrà donarti..la bontà.

…ci sono quei momenti fantastici che non si dimenticheranno mai, non perché erano occasioni speciali, ma perché eri con persone speciali.

 

Dedicato
a chi “Il Natale è una festa importante e piena d’amore
a chi “E’ una festa e basta, domani è un altro giorno
a chi “Se becco chi ha detto Natale con i tuoi…

 

Sopravvivere al Natale con l'Intelligenza Emotiva D. Goffman Sopravvivere al Natale con l’Intelligenza Emotiva

D. Goffman

 

 

 

Compralo su il Giardino dei Libri

 



Articoli collegati

Iscrizione alla newsletter

CLICCA QUI per iscriverti al sito e alla newsletter!
Iscrizione alla Newsletter
Potrai scaricare da subito tutte le risorse dell'area OMAGGI

Studia meno, Studia meglio!

Studia meno, Studia meglio

Soluzioni rapide e pratiche

Soluzioni rapide e pratiche

Segui il sito su facebook

I nostri consigli per la lettura

The China Study - Le Ricette

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: RQI - Il Segreto dell'Auto-Star-Bene

Il Programma Mindfulness

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Programma Mindfulness

Ho Imparato a Ridere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ho Imparato a Ridere

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Parole per Crescere Tuo Figlio